Pubblicato il

Mortale sull'Aurelia: oltre cinquecento persone alla fiaccolata per Alessandra e Matteo

Mortale sull'Aurelia: oltre cinquecento persone alla fiaccolata per Alessandra e Matteo

Ricordata anche Sara Bosco

di GIAMPIERO BALDI

SANTA SEVERA – Oltre cinquecento persone hanno partecipato alla fiaccolata per commemorare i due giovani di Santa Severa, scomparsi una settimana fa, a seguito di un incidente stradale. Tutta la comunità della frazione santamnarinellese si è stretta commossa intorno ai nonni di Alessandra Grande e ai parenti di Matteo Carta che, distrutti dal dolore, ancora non si danno pace di quanto accaduto quella notte del 27 giugno, quando Moreno Polidori, a bordo di un Suv, ha travolto e ucciso i due ragazzi che con il loro motorino stavano percorrendo la Statale Aurelia.

In testa al corteo il sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca e il collega di Tolfa Luigi Landi, tra la folla anche la mamma e il fratello di Sara Bosco, la ragazza sedicenne deceduta per una overdose in un padiglione dismesso dell’ospedale Forlanini.

I partecipanti si sono dati appuntamento a piazza Roma dove Don Stefano, parroco della chiesa Sant’Angela Merici, ha invitato tutti a pregare ed a leggere il vangelo.

Si è poi snodato un corteo lungo le strade cittadine della località turistica che si è concludo davanti alla parrocchia, dove molto probabilmente mercoledì si terranno i funerali dei due ragazzi.

Durante il tragitto, i partecipanti si sono fermati per qualche minuto davanti al Bar Haiti, l’esercizio commerciale dove lavoravano i due giovani, dove diverse persone hanno deposto davanti alla serranda mazzi di fiori e pensierini.

«È stato un momento di preghiera e di vicinanza alle famiglie coinvolte da queste disgrazie – ha detto Don Stefano – compresa quella di Sara Bosco che a soli sedici anni è volata in cielo,così come Matteo e Alessandra. Significativa è stata la lettera mandata dal vescovo Gino Reali che purtroppo, per le sue non buone condizioni di salute, non è potuto intervenire. Conoscevo i due giovani. Lei la vedevo al bar, mentre Matteo l’ho conosciuto quando sono andata a casa sua per la benedizione della Pasqua». 

Stamattina intanto nel dipartimento di medicina legale di Roma si è effettuata l’autopsia sui corpi dei due ragazzi come richiesto dal magistrato incaricato. Con molta probabilità quindi domani dovrebbero svolgersi i funerali.

ULTIME NEWS