Pubblicato il

Notte di paura al porto canale di Fiumicino

Notte di paura al porto canale di Fiumicino

Uno scoglio la probabile causa della falla. Guardia costiera al lavoro. Un peschereccio imbarca acqua. Intervento d’emergenza per salvarlo. Idrovore in azione, chiamati i sommozzatori. Area messa in sicurezza

di ANGELO PERFETTI

FIUMICINO – Serata di paura e preoccupazione lungo il Porto canale di Fiumicino, dove a mezzanotte erano impegnate diverse squadre di soccorso e una motovedetta della Capitaneria per dare supporto al peschereccio Clotilde 2000. L’imbarcazione era carica d’acqua, penetrata da una falla, e si è reso necessario l’intervento delle idrovore per svuotare il piano inferiore della nave orami pieno d’acqua. Chiesto anche l’intervento dei sommozzatori. Cosa sia accaduto è presto per dirlo. C’è chi parla – ma, ripetiamo, sono solo indiscrezioni giornalistiche e non è la versione ufficiale – di una falla creatasi venerdì scorso al rientro da una battuta di pesca. Un impatto con uno scoglio avrebbe provocato una piccola apertura, che con le pompe in dotazione al mezzo avrebbe dovuto essere tenuta sotto controllo. Ogni due ore e mezzo circa si effettuava una verifica, ma qualcosa deve essere sfuggita al controllo; forse l’avaria della pompa, o forse un improvviso allargamento della falla.

Fatto sta che la linea di galleggiamento dell’imbarcazione si era pericolosamente avvicinata al livello di guardia, e dunque si è reso necessario un intervento d’emergenza. Inutile dire che per stavolta niente battuta di pesca; e lo stop durerà più di qualche giorno. La Clotilde 2000 dovrà infatti essere portata in cantiere per le riparazioni del caso.

ULTIME NEWS