Pubblicato il

Trasversale Orte-Civitavecchia: aperto il cantiere per il tratto Cinelli-Monte Romano est

Trasversale Orte-Civitavecchia: aperto il cantiere per il tratto Cinelli-Monte Romano est

Avviati stamattina i lavori. Il ministro Delrio: «Sbloccata la direttrice per la Orte-Civitavecchia». Zingaretti: «Un’opera attesa da anni diventa realtà». Armani: « Un’opera simbolo». Un cantiere da oltre 90 milioni Intanto a Tarquinia Mazzola mercoledì presenta la sua ‘‘idea progettuale’’ per il tratto fino a Civitavecchia

TARQUINIA – Taglio del nastro stamane a Vetralla presso il nuovo cantiere per il completamento della trasversale Orte-Civitavecchia tratto Cinelli -Monte Romano Est.

Forze politiche e rappresentanti istituzionali si sono dati appuntamento al km 78 della strada statale 675 “Umbro Laziale” per dare l’avvio ufficiale ai lavori.

Presenti il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Delrio, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il presidente dell’Anas spa Gianni Vittorio Armani.

Un cantiere, quello inaugurato oggi, che vale oltre 90 milioni di euro, finanziati dalla Regione Lazio. Il tratto sarà realizzato, secondo il contratto, in 750 giorni. Con la cerimonia di oggi si avvia dunque il completamento di una infrastruttura determinante per collegare il porto di Civitavecchia con l’A1, l’A12 Roma-Genova, l’area industriale di Terni, l’interporto di Orte, l’itinerario internazionale E45-E55 Orte-Mestre e con il porto di Ancona, tramite la direttrice Perugia-Ancona di prossima apertura. Il nuovo tratto che sarà realizzato, pari a 6,4 km, si sviluppa nei comuni di Vetralla e Monte Romano, in provincia di Viterbo, e rappresenta la prosecuzione del tratto aperto nel 2011, Cinelli-Vetralla.

L’opera sarà realizzata a carreggiate separate, con 2 corsie per ogni senso di marcia, in parallelo alla SS 1bis. Previsti tre viadotti (1,3 km) e tre gallerie per complessivi 394 metri. I lavori comprendono inoltre il completamento dello svincolo di Cinelli e la realizzazione dello svincolo di Monte Romano Est. Gallerie e svincoli saranno illuminati a led, e il guardrail sarà ‘salva motociclisti’. «Il progetto sarà rispettoso del paesaggio e dell’ambiente – hanno precisato dall’Anas – ci sarà uno spazio per la sosta con un’area attrezzata a parco giochi e picnic». Prevista anche la valorizzazione archeologica del ponte romano del Crognolo.Tre strutture idrauliche saranno inoltre trasformate in ‘ecodotti’ per consentire il passaggio sicuro degli animali.

«Una delle più importanti direttrici italiane si sblocca grazie all’impegno della Regione Lazio, dell’Anas e degli enti locali interessati – ha detto il ministro Delrio – La potenzialità della Orte-Civitavecchia sta nel promuovere intermodalità e logistica nel centro Italia, unendo aree industriali e mare e grandi arterie autostradali. Presto concluderemo l’iter della parte restante, dando concretezza ad un progetto atteso da decenni».

«Ci sono delle opere pubbliche delle quali si parla da anni e con un po’ di sfiducia – ha aggiunto il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – invece, grazie alla collaborazione tra la Regione Lazio, l’Anas e il ministro delle Infrastrutture Graziano Delrio parte il cantiere della Orte-Civitavecchia. Un cantiere molto importante che si aspettava da 4 anni e parte nel momento in cui la tratta finale è già finanziata, dunque una giornata importante per il Lazio, per l’Italia e per dimostrare che le cose cambiano e cambiano in meglio». «Non è vero che le promesse rimangono promesse – ha concluso Zingaretti – Quando ci sono la serietà, la buona volontà e la dedizione i risultati si ottengono e in 2 anni questa opera sarà completa, un’opera pubblica di cui si diceva ‘tanto non si farà mai’, ma non è vero, si sta facendo».

«Questa è un’opera lungamente voluta, pianificata nel 1976, un’opera simbolo delle cose che vanno sbloccate e fatte meglio – ha det Armani – Collega la Tirrenica con l’autostrada del Sole, con il porto di Civitavecchia, ha obiettivi importanti di intermodalità. Insiste su un territorio di grande bellezza, dove sono presenti reperti archeologici a cui la progettazione ha fatto attenzione. Il totale delle interferenze è stato risolto in anticipo, gli espropri sono stati risolti tutti prima e senza contenziosi, grazie anche all’accordo con gli enti locali. E’ integralmente finanziata dalla Regione, segno che le istituzioni vogliono stare dietro alle infrastrutture, in una continua collaborazione».

Per quanto riguarda il tratto finale Monte Romano-Civitavecchia è invece in corso l’acquisizione dei pareri nella Conferenza dei servizi che si è aperta lo scorso 28 aprile. In proposito, il sindaco di Tarquinia, Mauro Mazzola, schieratosi con i cittadini contro il tracciato verde presentato dall’Anas, mercoledì alle 17,30, presso la sala consiliare del Comune di Tarquinia, presenta ‘‘l’idea progettuale di fattibilità’’ del percorso fino a Civitavecchia. (a.r.)

ULTIME NEWS