Pubblicato il

Bracciano Ambiente: deserta la prima assemblea dei soci

Bracciano Ambiente: deserta la prima  assemblea dei soci

Aria di guerra fredda tra gli ex amministratori della Bracciano Ambiente e la nuova amministrazione. Seconda convocazione per il 13 luglio

BRACCIANO – Bracciano Ambiente allo sbando e tira aria di guerra fredda tra gli ex amministratori della società e la nuova amministrazione.

E’ andata deserta infatti la prima convocazione dell’assemblea dei soci della società prevista per lo scorso 5 luglio. Una situazione che dimostra soprattutto che non è pronta la nuova governance della società.

I vecchi amministratori, si sarebbero infatti dimessi lo scorso 25 maggio dopo aver compiuto come ultimo atto quello dell’invio del bilancio consuntivo 2015 al commissario prefettizio. Un bilancio a quanto sembra fortemente negativo che ora aspetta un’approvazione.

Questi i punti all’ordine del giorno e che rimangono ancora dei nodi aperti:

approvazione Bilancio al 31.12.2015 e relativi allegati; relazione sullo stato della società e della procedura concordataria;

dimissioni dell’organo amministrativo;

nomina del nuovo organo amministrativo; nomina del nuovo collegio sindacale; nomina del nuovo revisore dei conti; varie ed eventuali.

La nota però accusa il nuovo sindaco Armando Tondinelli di aver omesso la nomina del nuovo organo amministrativo dell’ente.

Si legge infatti nel comunicato «Con riferimento alla omessa nomina, da parte del sindaco di Bracciano, del nuovo organo amministrativo, in sostituzione dell’attuale, che ha rassegnato le proprie irrevocabili dimissioni il 25 maggio 2016, il verbale assembleare è stato notificato,ai sensi e per gli effetti degli artt. 4 e 6 del d.l.n. 293/1994, convertito con modifiche nella l. n. 444/1994, allo stesso socio unico, all’organismo comunale per il controllo analogo e al presidente del consiglio comunale, affinché provvedano, nel termine di legge e ciascuno per la propria competenza, alla nomina del nuovo organo amministrativo della società partecipata».

Una situazione molto ingarbugliata non solo quindi per i conti, ma anche per le attribuzioni delle linee guida. La società al momento è allo sbando più completo con un bando sempre attivo per la realizzazione di un Ecodistretto.

La seconda convocazione dell’assemblea dei soci, con il medesimo ordine del giorno, è fissata alle ore 11,30 del 13 luglio 2016.

ULTIME NEWS