Pubblicato il

Concluso il ‘‘Progetto pace o guerra’’

Concluso il ‘‘Progetto pace o guerra’’

Successo per l’iniziativa sulla Grande Guerra nelle scuole del territorio grazie alle immagini dell’Istituto Luce Organizzate anche mostre documentarie e iniziative legate al tema

di ELICE RANIERI

 

ANGUILLARA SABAZIA – La grande guerra, il conflitto del 15-18 che un secolo fa infiammò l’Europa, è oggi più conosciuta dalle giovani generazioni del territorio.

A contribuire a colmare i vuoti su quello che è stato uno degli eventi di maggiore impatto per l’Italia tanto da essere ricordata come la quarta guerra d’indipendenza è stato il è “Progetto Pace o Guerra: il 1914 i dilemmi del Novecento”, un ampio progetto culturale finanziato dalla Regione Lazio ai sensi della legge n. 6 del 7 agosto 2013 che ha interessato i comuni di Anguillara Sabazia, Bracciano, Campagnano Romano, Cerveteri, Formello, Mazzano Romano, Oriolo Romano, Tolfa, la Soprintendenza Archivistica del Lazio, scuole e numerosi altri partner. E tutto è stato più facile grazie all’impiego del linguaggio cinematografico che ha dato agli studenti gli strumenti per capire la storia e la società imparando a impiegare le fonte audiovisive. E’ quanto è stata fatto nelle scuole di Bracciano, Anguillara e Cerveteri, grazie al progetto che si avvalso della preziosa collaborazione dell’istituto Luce e dell’Istituto per la Storia e il Risorgimento Italiano.

Luce per la didattica, con l’obiettivo di formare docenti e studenti sull’uso della fonte audiovisiva, è stato infatti uno dei partner di punta del progetto. Centinaia gli studenti coinvolti nel progetto in linea con l’obiettivo dell’Archivio Storico Luce che, con il suo patrimonio, mira a valorizzare la fonte audiovisiva nello studio della storia del Novecento e non solo. 

«Una “visione” diversa – commenta Patrizia Cacciani dell’Istituto Luce – delle immagini documentarie».

«La trincea – ha commentato nella sua relazione Patrizia Cacciani – rimane per tutti loro il luogo che meglio rappresenta il conflitto, il dolore, la difficoltà di rimanere giovani».

La seconda parte del progetto ha visto Luce per la didattica tenere degli incontri nelle scuole secondarie di secondo grado dei comuni di Bracciano ed Anguillara Sabazia. Il 4 aprile si è tenuto un incontro all’Istituto di istruzione superiore “Luca Paciolo”, l’11 aprile alla sede di Bracciano del liceo statale “Ignazio Vian” e il 18 aprile alla sede di Anguillara Sabazia. Gli studenti, circa 280 di 13 classi dell’ultimo anno, sono stati interessati dalla visione e dall’analisi con esercitazione sul linguaggio cinematografico dei due film “Il Piave mormorò” e “Eroi del mare nostro”.

“Eroi del mare nostro” è invece un docu-fiction che fa la ricostruzione storica dell’Impresa di Premuda.

«E’ evidente che alcuni degli studenti – ha commentato ancora Cacciani – vivono una passione personale per il cinema, passione che non impedisce loro di riflettere sul confronto tra le fonti dello stesso periodo. Passione – ha aggiunto – che meriterebbe una maggiore formazione sull’alfabetizzazione del linguaggio e sulla fonte audiovisiva per lo studio non solo della storia».

Parallelamente agli incontri nelle scuole state organizzate, nell’ambito del progetto, mostre documentarie ed altre iniziative legate al tema della grande guerra.

ULTIME NEWS