Pubblicato il

''Giostre alla Marina, la sagra delle scelleratezze''

''Giostre alla Marina, la sagra delle scelleratezze''

MONTALTO. Duro attacco del segretario del Pd Quinto Mazzoni all’amministrazione Caci. «Risse e incidenti. E anche 2mila cittadini costretti a subire musiche e rumori oltre i decibel consentiti»

MONTALTO DI CASTRO – «La sagra delle scelleratezze non ha mai termine». Ci va giù pesante il segretario del Partito democratico di Montalto e Pescia Romana Quinto Mazzoni che a quanto pare non ha gradito la decisione dell’amministrazione comunale di spostare le giostre.

«Ancora una volta – attacca Mazzoni – sono stato testimone involontario di come si può recare danno ambientale, inquinamento acustico, diboscamento non autorizzato, disfacimento e distruzione verde demaniale, disagi ai cittadini, creazione aree di sosta non conformi, lavori edili per asportazione muri perimetrali, cittadini infuriati da decisioni e false promesse identificate nella persona del primo cittadino, tutte in una volta».

«Da un primo sopralluogo – spiega Mazzoni – stentavo a credere che tutte queste cose coincidessero in un unico luogo, senza che ancora fosse avvenuto il rituale taglio di nastro inaugurale, pensando perciò che fosse sfuggita l’attenzione perché ancora presto e ancora si sarebbe potuto aspettare il precipitare degli eventi per poterlo fare».

«Oltre 2000 cittadini paganti tasse ed oneri per le loro abitazioni, costretti a subire davanti a loro suoni, musiche, rumori che superano in decibel abbondantemente i rituali 55/45 gradi in scala valori, per quest’ultimi limiti massimi permessi, senza farsi mancare in loco incidenti, risse e altro».

«Comunichiamo – afferma il segretario del Partito democratico – che ci siamo attivati per reperire tutta la documentazione del caso e agire conseguentemente. Viene da domandarsi a seguito di quanto visto nella prima puntata di questa sceneggiatura, che sia l’inizio di un brutto film in premessa ad altre numerose prossime tragedie. Ci auguriamo che sia soltanto l’epilogo di un teatro con nani, burattini e ballerine».

ULTIME NEWS