Pubblicato il

Tirreno Power: Ugl decisa a percorrere un'altra strada

Tirreno Power: Ugl decisa a percorrere un'altra strada

CIVITAVECCHIA – «Il reintegro in Enel degli esuberi, è l’unica soluzione per la salvaguardia delle lavoratrici e dei lavoratori di Civitavecchia anche sotto il profilo professionale». Ne è convinto Mauro Cosimi, rsu di Tirreno Power, all’indomani dell’incontro tra la delegazione nazionale dell’Ugl Chimici/Energia con la direzione del personale della società.  «Le notizie che già avevamo sono state logicamente confermate, ad ottobre ci sarà un grosso taglio del personale – ha sottolineato – che nel caso di Civitavecchia arriva a quasi la metà dello stesso. Per questo ci siamo già attivati, come segreteria nazionale e a livello locale per il coinvolgimento di tutte le istituzioni al fine di garantire un futuro a chi rimarrà fuori dal ciclo produttivo. Quello che vogliamo – ha aggiunto Cosimi – è comunque rafforzare la posizione di Civitavecchia, perché è chiaro come il sito di Vado stia trascinando la situazione da un solo lato. Anche appoggiando informalmente gli scioperi effettuati, considerandoli uno strumento utile, riteniamo necessario percorrere altre strade, più incisive verso le istituzioni che devono risolvere una così grave ed urgente catastrofe occupazionale. Stiamo quindi sollecitando l’amministrazione comunale, che già si è dimostrata sensibile al problema – ha concluso – e ci stiamo adoperando per l’apertura di un tavolo specifico su Civitavecchia verso i ministeri competenti per ridare dignità ai lavoratori di Tvs».

ULTIME NEWS