Pubblicato il

Appalti al porto: "Authority estranea ai fatti dell'operazione Labirinto"

Appalti al porto: "Authority estranea ai fatti dell'operazione Labirinto"

Lo dichiara Molo Vespucci in una nota: "Ogni riferimento a lavori nello scalo non è accostabile a gare o commesse dell'ente". Sulla vicenda interviene anche Enel

CIVITAVECCHIA – L’Autorità Portuale si dichiara estranea ai fatti che stanno emergendo nell’operazione “Labirinto”. In un comunicato stampa diramato da Molo Vespucci si legge infatti che “Alla luce delle notizie riportate da organi di stampa nazionali e locali circa un presunto coinvolgimento del porto di Civitavecchia nell’operazione denominata “Labirinto”, l’Autorità Portuale di Civitavecchia dichiara che l’ente, da una ricerca condotta sugli atti almeno degli ultimi 5 anni, sulla base delle notizie pubblicate relative alle indagini ancora in corso, non ha e non ha avuto alcun rapporto con i soggetti al centro dell’inchiesta, o con società ad essi riconducibili”. 

“Ogni riferimento ad eventuali appalti al porto di Civitavecchia – conclude la nota – non è in alcun modo accostabile con gare o commesse dell’Autorità Portuale, che è del tutto estranea ai fatti menzionati”.

Sulla vicenda era intervenuta ieri anche Enel: “Relativamente a quanto riportato oggi da molti giornali, Enel rileva la propria totale estraneità ad un presunto sistema tendente a condizionare l’assegnazione di appalti e a pilotare nomine”. 

Ilenia Polsinelli

ULTIME NEWS