Pubblicato il

Cerveteri, positivo il primo weekend con i nuovi parcheggi

Cerveteri, positivo il primo weekend con i nuovi parcheggi

Marco Scarpellini, comandante della Polizia locale, fa il punto della situazione. «Presenti tre pattuglie per educare e informare . La popolazione ha reagito favorevolmente»

CERVETERI – Primo week end a Campo di Mare vigente l’ordinanza sindacale che regolamenta l’area usata dai villeggianti come parcheggio che va dal lungomare al muretto che delimita l’accesso agli stabilimenti balneari e alle spiagge libere. La necessità di regolamentare i parcheggi è derivata dal fatto che nelle scorse stagioni, più volte, per via di un modo disordinato di parcheggiare arrivando a porre l’automobile a ridosso del muretto tanto da ostruire anche gli ingressi alle spiagge libere, si era reso impossibile persino il transito o l’accesso ai mezzi di soccorso creando non pochi disagi agli operatori chiamati ad intervenire. Quest’anno, l’ordinanza delimita un corridoio di 12 metri dove è inibita la possibilità di parcheggiare ove potranno agevolmente transitare i mezzi dei vari corpi di polizia, locale, di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza e di soccorso come i Vigili del Fuoco, del 118 e della Protezione Civile. In più, davanti all’ingresso di ogni stabilimento, sono stati ricavati sei parcheggi destinati ai portatori di disabilità oltre a quattro per i mezzi del personale dell’impianto Il provvedimento è stato emesso per salvaguardare eventuali esigenze che richiedessero interventi di soccorso. Soddisfatto il comandante della Polizia locale Marco Scarpellini che dichiara: «Il risultato è stato che si è dato ordine ad un uso indiscriminato e selvaggio del parcheggio ricavando anche un numero considerevole di posti destinati a rendere più agevole l’ingresso in spiaggia ai portatori di handicap. Tre pattuglie, sabato e domenica scorsa, sono state presenti sul luogo per informare ed educare sul nuovo ordinamento e devo dire che in linea di massima c’è stato un riscontro positivo al provvedimento. Abbiamo provveduto ad avvisare con dei grandi cartelli molto visibili e ad informare con l’uso di megafoni. Provvederemo anche a predisporre una campagna informativa attraverso gli stabilimenti stessi». E continua Scarpelloni «Lo scenario è stato oltre di ripristinata funzionalità anche di riacquistata bellezza di un litorale spesso oppresso, soprattutto dalla presenza di camper che ponendosi a ridosso degli arenili, sfoderavano tende e coperture varie allestendo dei veri e propri accampamenti, brutti a vedersi e comunque non autorizzati». Ora il problema – conclude Scarpellini – è liberare l’area interessata dalle erbacce poiché l’Ostilia, proprietaria dell’area interessata, nonostante l’ordinanza che il sindaco ha emesso per la prevenzione degli incendi, non ha ancora provveduto a farlo. Provvederemo a sollecitare l’intervento e se necessario a sanzionare e ad intervenire chiamandola successivamente in danno».

To. Mo.

ULTIME NEWS