Pubblicato il

Prosegue il monitoraggio dell’Arpa

Prosegue il monitoraggio dell’Arpa

LADISPOLI – Prosegue il monitoraggio delle acque di balneazione da parte dell’Arpa. Sono stati di recente pubblicati i dati relativi al mese di giugno ed i risultati sono lusinghieri, anche se non bisogna mai abbassare la guardia.

Fermo restando le zone non balneabili, la situazione nei punti di rilevazione di Arpa mostrano una sensibile riduzione di enterococchi intestinali e di escherichia coli.

A Ladispoli, anche se meno marcati di Cerveteri, si registrano delle ottime riduzioni. Nei 5 punti di campionamento a maggio i valori erano di 180, 21,56,60 e 36. A giugno negli stessi punti i valori sono scesi a 3, 41, 9, 1, 9.

Nel litorale quindi è risolto il problema dell’inquinamento da depurazione? La risposta purtroppo è negativa. A Ladispoli non è balneabile la costa compresa tra il Vaccina ed il Sanguinara, in sostanza quella del lungomare principale della città. Questa ultima zona rappresenta un notevole problema per la città di Ladispoli, che vedrebbe non balneabile la zona dove insiste il maggior numero di stabilimenti balneari. Va detto che tale situazione persiste nelle carte ufficiali Arpa da tanti anni

ULTIME NEWS