Pubblicato il

Fiumicino, in strada per dire ''no'' a nuovi arrivi

Fiumicino, in strada per dire ''no'' a nuovi arrivi

Alle 17 via Trincea delle Frasche nuovamente blindata. Oggi manifestazione «spontanea» a Fiumicino

FIUMICINO – Le proteste contro il centro di accoglienza per richiedenti asilo politico non si fermano. Oggi alle 17 in via Trincea delle Frasche angolo via Bombonati il Comitato spontaneo Trincea delle Frasche-via Bombonati ha organizzato una manifestazione per chiedere all’amministrazione di non sostenere l’iniziativa del centro di

accoglienza «aperto nel cuore dell’Isola Sacra – dicono gli organizzatori – senza alcun confronto con la città e con costi enormi per la collettività. E’ importante evitare, come previsto dalle autorità competenti, la realizzazione di ulteriori centri e impegnarci per l’immediato spostamento dell’attuale.

«In nessun comune d’Italia – proseguono – i centri di accoglienza si realizzano nelle zone residenziali delle città, Fiumicino non può essere svenduto e i sacrifici dei nostri concittadini vanno tutelati. La nostra scelta di manifestare non è contro qualcuno, né tantomeno ha origini razziali o di intolleranza, ma è mossa dalla necessità di salvaguardare un territorio ormai allo stremo in termini di servizi e di assistenza alle famiglie. Prima risolviamo le drammaticità sociali, le emergenze abitative e la crisi socio-economica che ci attanaglia e solo cosi facendo siamo certi che la solidarietà verrà spontanea. Oggi . concludono – è toccato a noi, partecipare tutti per evitare che domani tocchi ad altri». La notizia è stata veicolata sui social network, in un tam tan di condivisioni. Ciò che ci si augura, però, è che sia davvero una manifestazione pacifica di residenti, di persone cioè che vivono la realtà di Fiumicino e che per questo chiedono magigori servizi per la collettività.

ULTIME NEWS