Pubblicato il

Ladispoli, continua l’ondata di demolizioni

Nuovi interventi per il ripristino dei manufatti realizzati abusivamente. Si tratta di provvedimenti frutto dei controlli effettuati dalla Guardia di Finanza lo scorso marzo

Nuovi interventi per il ripristino dei manufatti realizzati abusivamente. Si tratta di provvedimenti frutto dei controlli effettuati dalla Guardia di Finanza lo scorso marzo

LADISPOLI – Un’estate, quella che si sta vivendo a Ladispoli, in cui più che costruire si demoliscono lavori abusivamente realizzati. Continua infatti l’opera di ripristino della legalità urbanistica ed edilizia a colpi di ingiunzioni di demolizione: quattro negli ultimi 5 giorni.

A distanza di poco tempo dalle ultime ordinanze di demolizione, infatti, altre due ne vengono emesse dall’ufficio competente del Comune di Ladispoli nei confronti dei titolari di ditte- site in via Roma rispettivamente al civico 113 e 115- sulle cui aree si è riscontrata la presenza di opere completamente abusive.

Anche questi provvedimenti sono il frutto dei verbali della Guardia di Finanza pervenuti all’ente il 18 marzo scorso, nel corso di una serie di controlli portati avanti presso le strutture balneari e turistico-ricettive di quella fascia di costa.

Il termine per ottemperare è sempre di 90 giorni, trascorsi infruttuosamente i quali “il bene e l’area di sedime, nonché quella necessaria, secondo le vigenti prescrizioni urbanistiche, alla realizzazione di opere analoghe a quelle abusive” verrebbero acquisiti di diritto gratuitamente al patrimonio dell’ente comunale.

ULTIME NEWS