Pubblicato il

Disservizi idrici, il Comune attiva il numero unico

Disservizi idrici, il Comune attiva il numero unico

Dalla periferia fino al centro, continua la mancanza d'acqua, cresce la protesta nei quartieri anche per vie legali. L'Amministrazione risponde al disagio con un call center specifico sulle segnalazioni. L'amministrazione accusa acea. Pantanelli: "Fornisca quanto previsto o agiremo per vie legali" 

CIVITAVECCHIA – Un altro weekend di passione sul fronte idrico. Una città a secco, sono molte infatti le zone rimaste senza acqua tra venerdi, sabato e domenica. Tra via Benci e Gatti, Piazzale Torraca i residenti sono ormai approdati alle vie legali, dopo una raccolta a firma di un centinaio di cittadini Le altre zone colpite dal disagio  quelle di via Galilei e  il centro, poi Viale della Vittoria, Campo dell’Oro e San Gordiano. Dal Comune, viste le numerose segnalazioni, aprono le porte alla raccolta di eventuali disservizi, da oggi e per tutta la settimana, ci si potrà rivolgere al numero unico 0766.542400.

Alla suddetta utenza, le cui attività saranno modulate in base alle necessità, è stato assegnato del personale preposto a raccogliere ogni tipo di segnalazione inerente il servizio, dagli eventuali guasti ai disservizi e fino alle richieste di intervento dell’autobotte.

L’amministrazione comunale si difende puntando il dito contro Acea. “Si tratta – spiegano – delle zone servite da Acea che inspiegabilmente ha fornito al comune di Civitavecchia una quantità di acqua notevolmente inferiore a quanto previsto dal contratto. L’amministrazione comunale conferma che tutte le altre fonti di adduzione sono attualmente in funzione, che la portata del fiume Mignone è diminuita per il fisiologico calo estivo e che nessuna perdita idrica significativa attualmente persiste sulla rete. Si è provveduto inoltre, grazie all’immediato intervento degli operai comunali dell’idrico, alle manovre per dirottare, temporaneamente, il massimo quantitativo possibile di acqua nella cisterna Montanucci in modo da alleviare la perdurante carenza d’acqua delle zone attualmente messe in condizione di sofferenza idrica dall’immotivata diminuzione di fornitura acqua da parte di Acea”.

Anche Pantanelli scende sul sentiero di guerra: “Stiamo formalmente domandando ad Acea di fornire quanto previsto dal contratto in vigore con il Comune di Civitavecchia – precisa l’assessore – in assenza di risposte immediate provvederemo ad agire per le vie legali e non escludiamo di poter ricorrere ad una denuncia per interruzione di pubblico servizio ai danni di Acea”.

 

 

ULTIME NEWS