Pubblicato il

Caso Privilege, alcuni ex lavoratori: "Soddisfatti dopo tre anni di lotta"

Caso Privilege, alcuni ex lavoratori: "Soddisfatti dopo tre anni di lotta"

CIVITAVECCHIA – Esprimono soddisfazione alcuni ex lavoratori del cantiere Privilege Yard, all’indomani degli arresti di Mario La Via ed Antonio Battista. “Una soddisfazione – hanno spiegato – che arriva dopo 3 anni di lotta, 60 giorni di presidio e innumerevoli denunce verbali e scritte, con le quali cercavamo di portare alla luce ciò che realmente accadeva nel cantiere. Con gli arresti, e la conseguente scoperta di tutta l’operazione finanziaria che si celava dietro la “macchina” Privilege, finalmente abbiamo ottenuto una vittoria nei confronti di tutti coloro che ci hanno ostacolato e rallentato. Con rammarico e un po’ di indignazione notiamo ora che tutti sono in prima fila a dichiarare che sapevano e che era inevitabile lo sviluppo della vicenda in questi termini”.

Secondo gli ex operai è ora troppo facile “prendersi i meriti quando invece,i n tempi non sospetti – hanno aggiunto –  si continuavano a dare ulteriori possibilità  e proroghe alla Privilege; a partire dal sindacato, all’allora presidente e attuale commissario dell’Autorità portuale, agli innumerevoli tavoli aperti per trattare una vicenda dalla fine già scritta. Nessuna parola spesa invece, sulla lotta degli operai, sul loro operato, sulla loro determinazione e costanza a non desistere a denunciare la truffa. Un grazie invece a coloro, sebbene pochi, che ci hanno appoggiato, sostenuto ed incitato a continuare la lotta che comunque non finisce con l’arresto di La Via: ricordiamo infatti che c’è una area portuale di circa 11h ettari che deve essere restituita alla città e ai lavoratori”. 

ULTIME NEWS