Pubblicato il

Natante affonda, salvi i passeggeri

Natante affonda, salvi i passeggeri

Romena cade nel Tevere lungo il porto canale su via Torre Clementina: recuperata. Intervento a 2 miglia dal Vecchio Faro

FIUMICINO – Nel corso dell’ultimo fine settimana di luglio, caratterizzato dal bel tempo e da temperature elevate, centinaia di migliaia di persone si sono riversate sugli arenili laziali e migliaia di unità da diporto hanno affollato gli specchi acquei ricadenti nella giurisdizione della Direzione Marittima del Lazio, il tutto sotto lo sguardo vigile delle pattuglie terrestri e delle unità navali della Guardia Costiera, impegnate lungo tutto il litorale di competenza per garantire la sicurezza di bagnanti e diportisti nonché il corretto espletamento delle attività balneari.

Nell’ambito degli interventi operati dai vari Comandi dipendenti, la M/V CP 534 del Compartimento Marittimo di Roma ha soccorso 6 persone in difficoltà a bordo di un natante a motore di circa sei metri che stava imbarcando acqua e aveva la poppa ormai già semisommersa, a circa 2 miglia a largo dal Vecchio Faro di Fiumicino. Giunto sul posto, il personale della Guardia Costiera ha provveduto a trasbordare i membri dell’equipaggio a bordo della motovedetta e a trasportarli a terra in sicurezza, mentre il natante era ormai completamente affondato. Il proprietario del natante è stato poi diffidato a rimuovere l’unità.

Alle prime luci dell’alba di lunedì, inoltre, il battello G.C. L13 ha soccorso una donna di nazionalità rOmena caduta nelle acque del fiume Tevere, all’altezza di Via Torre Clementina. Dopo aver constatato la presenza della donna in acqua, un militare della Guardia Costiera si è prontamente tuffato dal battello e l’ha tratta in salvo. Una volta a riva, la donna è stata poi affidata a personale medico del 118 per i necessari accertamenti sanitari.

ULTIME NEWS