Pubblicato il

Nel Pd arriva il ‘‘Caucci pensiero’’

CERVETERI – E nel PD arriva anche il Caucci-pensiero. Un manifesto politico che solo attraverso la pubblicazione integrale di alcuni stralci si riesce ad apprezzare e a coglierne quindi il reale spessore:

“Franco Caucci non è in contatto con nessuno, non frequenta nessuno, non dipende da nessuno. Non voglio la rottamazione, facciano un passo indietro chi, da trenta anni, con tutto il rispetto dovuto è nell’area politica. La mia mozione è basata su progetti e capacità di persone; uomini e donne che vorranno questa forza di governo, a riprova di quanto emerso in questi anni di vuoto politico, si deve ragionare in linea con le esigenze, con coerenza e lealtà. Ribadisco con forza che il partito debba farsi promotore di persone valevoli e intraprendenti, che scaturiscano in un consigliere regionale, nel prossimo 2018, proveniente dal territorio di Cerveteri Ladispoli, con un progetto condiviso e innovativo per la Città di Cerveteri e tutto il territorio, a latere. Il compito del partito, del Commissario, del Segretario Provinciale o del futuro Segretario del Partito Democratico è quello di individuare tra i propri iscritti e simpatizzanti le figure che possano rappresentare il partito e gli interessi della collettività Ceretana. Gli sfoghi estemporanei, intrapresi questi giorni sul palcoscenico della politica sono finalizzati al nulla, non giovano alla città, Sono favorevole a coloro che agiscono nel bene della collettività, fattivamente, per il fare e non soltanto a parole».

ULTIME NEWS