Pubblicato il

Ittico, i macellai inaugurano i locali

Ittico, i macellai inaugurano i locali

Mezza struttura aperta questa mattina con dolci, giochi e palloncini. Operatori soddisfatti. D'Antò: "Un importante passo in avanti". Confcommercio: "Ora si pensi a Palmetta e superfetazioni". Il sindaco Cozzolino si prende i meriti e dice: "C'è voluto il Movimento Cinque Stelle per iniziare il processo di riunificazione"

CIVITAVECCHIA – Spaesati ma soddisfatti, storditi ma contenti. Perché finalmente, dopo sei anni, sono rientrati nella vecchia struttura di piazza Regina Margherita. Vecchia solo d’età, ma completamente rinnovata. I macellai sono rientrati questa mattina nei locali completamente ristrutturati. Certo, ci sono voluti sei anni, fatti di tribolazioni, problemi, tanti soldi spesi e tanti dubbi, decisioni criticate e polemiche. E soprattutto diverse amministrazioni e commissariamenti che si sono susseguiti. 

“Si respira aria di gioia al mercato – ha commentato soddisfatto l’assessore Enzo D’Antò, presente all’inaugurazione dopo aver trascorso la serata di ieri nella struttura per verificare gli ultimi dettagli – è una vera e propria festa. Il lavoro non è ancora competato, ma è un importante passo in avanti. Dobbiamo lavorare per riportare quanto prima anche gli altri operatori per festeggiare davvero tutti insieme ed insieme alla città”.  

Il rappresentante per Civitavecchia di Confcommercio Roma Salvatore Russo condivide in parte la soddisfazione sul passo avanti che vede finalmente il ritorno dei macellai all’interno del mercato coperto. “Il 3 agosto 2016 è una data molto importante non solo per Civitavecchia – ha commentato – ma anche  per gli operatori concessionari dei box, per i consumatori, gli utenti e quindi per l’intera cittadinanza che grazie alle migliorie apportate potranno contare su un mercato funzionale e pratico , ed anche per il commercio a sede fissa, grazie all’indotto che il mercato è in grado di generare”.

Russo si dice ottimista in merito alla buona volontà di questa amministrazione di concludere positivamente il percorso di riunificazione del mercato storico. “Va ricordato però – ha aggiunto – che ad oggi gli operatori delle superfetazioni non conoscono ancora la proprio collocazione, pur sapendo che una superficie sufficiente al ritorno delle “casette di legno” presso la collocazione storica non esiste. Gli operatori della Palmetta sono consapevoli solo che il denaro necessario per mettere a norma la tensostruttura non c’è ed infine gli operatori ittici hanno ancora qualche problema da risolvere. È quindi indispensabile che l’Amministrazione si faccia parte attiva per sostenere concretamente la  riunificazione del mercato storico quanto prima al fine di ridare linfa vitale ad un unico sistema integrato commerciale, sociale, e storico che per anni è stato vero motore dei consumi del centro cittadino”.

E finalmente si è fatto vedere al mercato anche il sindaco Cozzolino che questa mattina si è recato all’ittico per salutare con soddisfazione il rientro dei macellai. “A piccoli passi stiamo procedendo verso l’obiettivo della riunificazione del mercato, uno dei punti cardine del nostro mandato elettorale che abbiamo la forte volontà di rispettare – ha sottolineato – qui c’è una parte pulsante di Civitavecchia, grazie a questo lavoro vivono gli operatori e le loro famiglie e tanti sono i concittadini che hanno piacere a fare in loco le proprie compere. È stato necessario il Movimento 5 Stelle, con le mani libere nel fare ciò che semplicemente era giusto fare, per iniziare questo processo di riunificazione che si era ormai incancrenito da anni. Ci sono ancora diversi aspetti da sistemare ed il lavoro non è finito, stiamo lavorando per far tornare i pescivendoli al proprio posto entro la fine dell’estate e domani a tal proposito avremo un altro incontro. Oggi però, salutiamo con gioia questo importante giorno atteso per anni e finalmente arrivato grazie al Movimento 5 Stelle”.

 

 

ULTIME NEWS