Pubblicato il

Carenza di aule alla Salvo D’Acquisto

Carenza di aule alla Salvo D’Acquisto

Riunione martedì sera tra il Comune e i genitori per affrontare il problema dell’assenza di locali. Zito: «Una conseguenza della cattiva gestione delle preiscrizioni»

CERVETERI – Martedì sera presso l’Itc Salvo D’Acquisto una riunione dei genitori degli aspiranti iscritti a frequentare la scuola secondaria presso quell’Istituto e membri dell’amministrazione quali il sindaco Pascucci, l’assessora alla Scuola Francesca Cennerili e il vicesindaco Giuseppe Zito. Il problema da dirimere è il corto circuito che si è venuto a creare tra la gestione delle preiscrizioni che al momento della composizione delle aule hanno messo in difficoltà l’istituto per l’insufficienza dei locali. Il vicesindaco Zito ha dichiarato al riguardo: “Abbiamo preso atto che le iscrizioni alla scuola secondaria sono state gestite con parametri diversi da quelli usati per la scuola primaria e ciò inspiegabilmente in quanto ogni dirigente deve rispettarli e comunque in caso di criticità rapportarsi per tempo col comune. Sta di fatto che si è determinata una situazione per la quale, inspiegabilmente, molti ragazzi che per appartenenza logistica dovevano chiedere l’iscrizione in altri plessi, per la secondaria hanno scelto la Salvo D’Acquisto creando il problema della mancanza di aule che sarebbero invece disponibili in altri istituti magari anche più vicini al luogo di residenza. Offrendo tutta la disponibilità alla risoluzione del problema abbiamo però chiesto, prima di intervenire e proporre soluzioni, dal momento che è nostro compito e di nessun altro farlo, la legittimità delle procedure di iscrizione per accertarci se i parametri previsti sono stati rispettati. A chi, non si sa perché, dopo aver gestito male ed in termini personalistici le preiscrizioni, fa proclami proponendo soluzioni, diciamo di rispettare le competenze e di attendere attenendosi ai regolamenti ed alle procedure”. Naturalmente l’episodio non è sfuggito a chi strumentalmente o in buona fede ha sollevato polveroni e aizzato proteste delle quali bisogna ancora trovare motivi e senso.

ULTIME NEWS