Pubblicato il

Stadio del Nuoto: sparisce il nome di Galli

Stadio del Nuoto: sparisce il nome di Galli

La Snc rimuove la scritta PalaEnel per fare posto a uno slogan ancora più generoso nei confronti della Spa elettrica. La società di D’Ottavio asseconda il Comune solo di facciata: insieme alla precedente sponsorizzazione va via anche il riferimento al campione morto di tumore

CIVITAVECCHIA – La Snc non molla e concede ad Enel uno spazio ancora maggiore sul muro dello Stadio del Nuoto di viale Lazio. Dopo mesi di battibecchi con l’amministrazione comunale a Cinque Stelle, finalmente la società ha ceduto, accettando l’ordine di rimozione dalla facciata della struttura comunale dell’insegna PalaEnel. D’altronde la Snc non è padrone di nulla, l’impianto è comunale e l’autorizzazione all’affissione esterna, concessa anni fa senza alcun corrispettivo per il Pincio, è scaduta nel 2013. Due anni di rapporti epistolari tra la Snc e il Comune per rimuovere una dedica gratuita all’Enel, con tanto di incontri e strette di mano alla presenza del segretario generale del Comune Cordella e sotto l’attenta regia del dirigente allo Sport Marrani che ha fatto da “notaio”. Quell’impianto, tutti lo ricorderanno, era già stato intitolato a Marco Galli, campione civitavecchiese deceduto a causa di un tumore. E furono in molti negli anni scorsi a disapprovare l’accostamento dell’insegna Enel al nome di Galli, fino a quando, con l’arrivo dei grillini, l’ordine di rimozione della scritta PalaEnel è diventato realtà, nonostante il disappunto della Snc presieduta da Roberto D’Ottavio. Nessuno avrebbe avuto da ridire se i pallanuotisti avessero indossando in vasca un completo con i colori della Spa elettrica, ma a quanto pare secondo qualcuno non sarebbe stato sufficiente: meglio strafare e concedere una mega insegna a chi tira fuori i soldi, tanto l’impianto è comunale e a Civitavecchia, si sa, per fare impresa basta ottenere un bene pubblico senza bisogno di investire un centesimo. Così, nei giorni scorsi, la Snc di D’Ottavio ha rimosso la scritta PalaEnel-Marco Galli, ma tanto grande quanto brutta è stata la sorpresa per i civitavecchiesi che al posto della precedente sponsorizzazione, hanno trovato un cartello ancora più generoso nei confronti dell’Enel: ‘‘Snc – Impegnati insieme per lo sport, i giovani e la città’’, con tanto di logo della Spa aggiornato. E il nome di Marco Galli è definitivamente scomparso.  Un colpo da maestro, probabilmente nel tentativo di contrastare l’amministrazione comunale, che questa volta ha però urtato la suscettibilità di coloro che Marco Galli lo portano ancora nel cuore. 
E rimane il fatto che furbate di questo tipo non depongono certo a favore di una società che si definisce seria. L’auspicio è che l’amministrazione comunale intervenga nel più breve tempo possibile, verificando, intanto, in base a quale normativa sia stata affissa la nuova sponsorizzazione e a seguito di quale autorizzazione. Una vicenda assurda, che mette in risalto ancora una volta il difficile rapporto tra sport e imprenditoria in mancanza di sponsor forti in questa città. 
A nessuno verrebbe mai in mente di sacrificare la Snc in nome di polemiche di bassa lega, ma allo stesso modo ci si aspetta dalla Snc una dimostrazione di serietà e buonsenso, intanto riportando il nome di Marco Galli sulla facciata dello Stadio del Nuoto, poi accettando le regole del gioco, anche quando impongono la rimozione di uno sponsor. 
Questo significa fare sport, questo significa fare impresa.  Di altre storie, sinceramente, la città non sente alcun bisogno.

ULTIME NEWS