Pubblicato il

Agraria Tarquinia, il centrodestra: "Blasi venga a riferire in consiglio le motivazioni delle sue dimissioni"

Agraria Tarquinia, il centrodestra: "Blasi venga a riferire in consiglio le motivazioni delle sue dimissioni"

TARQUINIA – “Finalmente chiusa la parentesi dell’amministrazione Blasi. Un atto che sarebbe dovuto arrivare nei mesi precedenti per le mille difficoltà amministrative e politiche che hanno caratterizzato questa coalizione fin dai primi giorni”. 

Tornano a prendere posizione i rappresenti dell’opposizione di centrodestra, Manuel Catini, Alberto Tosoni, Andrea Serafini, Alessandro Guiducci, Roberto Fanucci e Silvio Torresi, all’indomani delle dimissioni del presidente dell’Università Agraria di Tarquinia Alberto Blasi.

“Una lotta continua – rimarcano dall’opposizione –  tra la coalizione che non ha prodotto nulla di buono all’ente. Che questa maggioranza fosse un grande bluff lo abbiamo sempre sostenuto e che non ci fossero le condizioni per una convivenza che giovasse all’Università Agraria anche. Abbiamo iniziato a chiedere le dimissioni di Blasi in tempi non sospetti, alle prime avvisaglie di incompatibilità all’interno della sua coalizione e soprattutto di fronte ad un immobilismo pericoloso ed indecoroso per l’Ente. Adesso attenderemo i 20 giorni durante i quali le dimissioni possono essere ritirate, perché la storia tarquiniese ci insegna che spesso queste decisioni non sono altro che sceneggiate”.
“Dieci mesi fa – aggiungono dal centrodestra – offrivamo un’alternativa credibile fatta di entusiasmo, passione, idee e programmi e quell’alternativa continueremo a proporla quando si tornerà alle urne, e stavolta, cari cittadini, non abbiate paura di scegliere qualcosa di nuovo soprattutto di fronte a questi teatrini politici che poco hanno a che fare con gli interessi della comunità e molto invece con quelli di partito. Blasi venga in consiglio a riferire le motivazioni delle sue dimissioni senza nascondersi e scusandosi con la città”.

ULTIME NEWS