Pubblicato il

Fondo di solidarietà, Bacheca: "Provvedimento vergognoso"

Fondo di solidarietà, Bacheca: "Provvedimento vergognoso"

"Dal 2013 ad oggi prelevati oltre 25 milioni di euro dal bilancio comunale"

SANTA MARINELLA – “Dal 1° gennaio 2013 ad oggi, lo Stato Centrale si è letteralmente appropriato di fondi comunali pari a circa 26 milioni di euro. Una vergogna, è ora di dire basta”. 

Questo il commento del Sindaco di Santa Marinella Roberto Bacheca, dopo l’ultima relazione finanziaria del Comune, che evidenzia il “contributo” dato dal Comune di Santa Marinella in questi anni. 

“Non si tratta di trovare alibi o giustificare chissà quale situazione finanziaria, che nel complesso resta comunque positiva – dichiara Bacheca –  ma è inaccettabile che lo Stato, in tre anni dall’istituzione del cosiddetto “Fondo di Solidarietà comunale” si sia letteralmente appropriato di fondi pari a circa 26 milioni di euro. 

Una cifra enorme, sicuramente di forte impatto e rilevanza per un Comune come il nostro. Non è più tollerabile continuare su questa strada – continua Bacheca – visto che riusciamo, tra mille difficoltà, a garantire i servizi essenziali e primari, mentre non si riescono più a fare investimenti a lungo termine o progetti di ampio respiro. 

Eppure le risorse economiche ci sarebbero eccome, visto che in questi anni abbiamo dimostrato di saper governare bene, con tante opere realizzate ed interventi fatti lasciano i conti pubblici in perfetto ordine e senza aumentare le tariffe locali di un centesimo. 

Se questa situazione dovesse persistere – conclude il Sindaco – daremo avvio ad una formale protesta, dove coinvolgeremo l’intera cittadinanza. 

Siamo stufi di regalare soldi a chi in passato ha sperperato e depauperato i soldi pubblici.  

Tuttavia, da settembre daremo avvio alle opere progettate in questi mesi, dalle asfaltature delle strade, alla realizzazione dei marciapiedi del centro storico, alla riapertura del Campo Sportivo di Via delle Colonie, alla prima pietra per il Sottopasso di Via delle Vignacce”. 

“Non solo lo Stato, in maniera del tutto arbitrale, decide quanto e come prelevare il cosiddetto Fondo di solidarietà e la sua alimentazione – aggiunge il Consigliere Minghella – lasciando totalmente a noi le incombenze del recupero degli evasori. 

Continua, attraverso le regole regionali, a tagliare i fondi sul sociale ed a pagare in enorme ritardo i crediti vantati dal Comune verso gli entri sovra-comunali. Ultimamente abbiamo scritto una missiva al Prefetto, chiedendo chiarimenti sull’ultimo prelievo di ben oltre 1,5milioni di euro. 

Stanchi di tutto questo – conclude Minghella – se non dovesse cambiare il trand a breve, dovremo alimentare ciò che affermava il Sindaco”.

ULTIME NEWS