Pubblicato il

Una ‘‘rottura’’ al giorno

Una ‘‘rottura’’ al giorno

A Campo di Mare, a Ceri e a Piacerese nuove interuzioni idriche per una rete che si presenta un colobrodo. Il Sindaco ormai anello di collegamento tra cittadini e gestore, ringrazia e dispensa consigli

CERVETERI – Ormai è una consuetudine. Chi al mattino, a Cerenova, Campo di Mare, al Sasso, a Pian della Carlotta, a Ceri e comunque in tutto il territorio di Cerveteri, vuole evitare una improvvida imprecazione trovando il rubinetto a secco, basta andare sulla pagina facebook del sindaco Pascucci che è ormai diventato l’anello di collegamento tra i cittadini e l’Acea per quanto riguarda i continui problemi che la rete idrica continua a dare. «A Campo di Mare c’è un grossa perdita su viale Mediterraneo. Ostilia sta per riparare il guasto. Questo comporterà un’interruzione del flusso idrico per qualche ora. Vi terrò informati» Così esordisce Pascucci alle dieci del mattino di ieri. «Ci sono stati dei problemi di approvvigionamento nella zona Ceri e Piacerese. Ho comunicato la questione ad ACEA. L’azienda comunica che ci sono stati dei problemi sugli impianti, ora sistemati. Ora bisogna attendere che si riempia il serbatoio Colozzi. Buona domenica a tutti». Questo succedeva domenica. Naturalmente non manca un post scriptum con le relative raccomandazioni. «Grazie per continuare a tenermi informato sui disagi idrici. Le rotture ci sono perché le reti probabilmente avrebbero bisogno di una ristrutturazione generale da parte del gestore idrico, in tutto il territorio. Le frequenti mancanze, invece, dipendono del tutto dalla situazione di siccità che da mesi ha colpito il nostro territorio. Nelle stesse nostre condizioni si trovano infatti i cittadini di tutte le città del litorale. Dopo diversi incontri e sopralluoghi a cui ho sempre partecipato personalmente, abbiamo ottenuto e posso testimoniare che Acea ha aumentato il flusso idrico verso il nostro territorio per far fronte alla situazione. Tuttavia, in quelle aree dove ci sono molti giardini e piscine, l’acqua viene ancora a mancare, proprio a causa dell’uso improprio che se ne fa (è un reato annaffiare con l’acqua potabile, specie in un momento di siccità come questa!)». Alle 15 di ieri: «Ostilia ci fa sapere che gli interventi sono conclusi e che l’acqua è tornata regolarmente».

Una interazione intelligente che offre un contatto diretto con chi non vede l’ora di comunicare col Sindaco i propri disagi diventando strumento della riduzione dei tempi di intervento. E’ chiaro che il prossimo grosso problema dell’amministrazione al rientro dalla pausa estiva sarà quello di dover mettere mano alle reti che sono diventare un colabrodo.

ULTIME NEWS