Pubblicato il

Ladispoli, M5S all'attacco sulla viabilità

LADISPOLI – Continua l’attacco del M5S di Ladispoli al nuovo piano del traffico e alle modifiche apportate lungo le strade della cittadina del litorale. Sotto esame, questa volta, le strisce blu e le rotatorie.

«L’esigenza di fare cassa sulla pelle dei cittadini sta portando i nostri amministratori a dipingere in blu persino le fermate degli autobus – dichiara il movimento cinque stelle – Ma il principio di proporzionalità tra parcheggi liberi e a pagamento (sancito dall’articolo 7, comma 8, del Codice della Strada) è veramente rispettato? Da questo cappio non sfuggono neanche i diversamente abili, verso i quali non viene applicata, nei parcheggi a pagamento dei lungomare, l’esenzione di almeno due ore così come avviene nelle strade del centro. Il diversamente abile è tutelato solo quando è consumatore, quando va in spiaggia non interessa a nessuno!».

«La mini rotonda alla fine di via Odescalchi (costata 15.000 EURO) sembra adatta più ad una pista di go-kart che ad una strada a grande viabilità – commentano i cinque stelle di Ladispoli – A questa opera inspiegabile, si aggiungono le modifiche alla circolazione su via del Mare, via del Lavatore e lungomare Regina Elena. Interventi effettuati, come al solito, senza l’opportuna informazione ai cittadini e che stanno quindi causando pericoli, con automobilisti che, ignari, imboccano contromano le strade».

ULTIME NEWS