Pubblicato il

Isis in fuga: duemila ostaggi

Gli jihadisti del sedicente Stato Islamico (Is) sarebbero fuggiti dalla città siriana di Manbij, vicino al confine tra Siria e Turchia e avrebbero preso in ostaggio circa duemila civili usati come scudi umani. Lo denuncia un portavoce del Consiglio militare di Manbij, il curdo Shervan Darwish.
«Non abbiamo aperto il fuoco contro di loro perché hanno preso dei civili nella fuga verso Jarablous», nella zona di Aleppo, ha detto Darwish, citato dall’agenzia di stampa Dpa.
Intanto le ‘Forze democratiche della Siria’ (Fds), coalizione mista curdo-araba, sostenuta dagli Stati Uniti in funzione anti-Is, hanno annunciato la «liberazione» di Manbij, occupata nel 2014 dai jihadisti.
L’annuncio è contenuto in un comunicato diffuso dallo stesso Consiglio militare di Manbij e rilanciato dall’agenzia di stampa filo-curda Firat. Secondo il comunicato nella città sono in corso solo operazioni di sminamento e Al-Sarab, l’ultima area che era rimasta sotto il controllo dei jihadisti, «è stata completamente ripulita dalla presenza» dell’Is.
Tuttavia, secondo una fonte dello stesso Consiglio militare di Manbij citata da alcuni media siriani, le Fds non avrebbero ancora il controllo totale della città. (Adnkronos)

ULTIME NEWS