Pubblicato il

Allumiere: rinnovata la tradizione della festa della patrona

Meraviglioso spettacolo pirtotecnico a chiusura della partecipatissima processione 

Meraviglioso spettacolo pirtotecnico a chiusura della partecipatissima processione 

DI ROMINA MOSCONI 

ALLUMIERE – Festeggiata in maniera esemplare ad Allumiere la patrona Maria SS Assunta. ancora una volta il parroco, il Comune, la Pro Loco, l’Agriaria, La Comon, le Contrade e le associaizioni parrocchiali si sono unite per festeggiare la Madonna dell’Assunta. Durante la mattinata si sono svolte le messe solenni in vari orari in parrocchia e al santuario della Madonna delle Grazie. Alle 17 i bambini sono confluiti in parrocchia (meravigliosamente addobbata) e qui si è svolto il tradizionale omaggio floreale alla Madonna; a seguire in piazza si è svolto il teatro dei burattini. Alle 21 dalla parrocchia è stata portata la sacra effige della Madonna delle Grazie in corteo religioso per tutto il paese. Ad animare la solenne processione gli Amici della Musica di Allumiere. Presenti alla processione anche il sindaco Battilocchio, il vice sindaco Ceccarelli, gli assessori Rosati e Vernace, il presidente della Università Agraria Pasquini, il presidente della Comon Volpi, il comandante della stazione dei carabinieri di Allumiere maresciallo Andrea Nuzzi. A regolare la parte logistica i carabinieri di Allumiere, i volontari della ProCiv di Allumiere e i vigili urbani. Alla processione hanno partecipato moltissime persone, fra cui tanti bambini del GGP e dell’Azione Cattolica, le Figlie di Maria e alcuni bambini piccolini vestiti da angioletti. Il corteo religioso si è snodato fra ali di folla accorsa anche dai vicini Comuni di Tolfa e Civitavecchia. La processione è terminata davanti alla parrocchia e qui con la statua della Madonna dell’Assunta rivolta verso la chiesa il parroco don Vincenzo ha dato il via al magnifico spettacolo pirotecnico: oltre 15 minuti di fuochi d’artificio che hanno fatto esplodere di gioia il paese. Al termine dello spettacolo pirotecnico i rappresentanti delle Contrade hanno preso la statua e l’hanno portata in chiesa e qui c”è stato fino a notte fonda un via vai di gente. 

I festeggiamenti in onore della patrona sono stati organizzati e promossi dal parroco in stretta collaborazione con l’amministrazione comunale. 

Da rilevare una piccola nota di colore: al momento di essere trasportata in chiesa alla sacra effige è caduta la corona e il presidente della Polveriera l’ha raccolta e insieme al rappresentante del Sant’Antonio e del Burò e tutti gli altri hanno collaborato a sistemare la stauta e il carro. Una volta risistemata la corona la statua è stato poi trasportata in chiesa. Ora in paese tutti si domandano se questo sia stato un segno per il Palio di domenica e le interpretazioni sono varie e discordi.       

ULTIME NEWS