Pubblicato il

Simona Sestili è l'autrice del Cencio 2016

ALLUMIERE – Il drappo del 52° Palio delle Contrade di Allumiere è stato presentato sabato pomeriggio nella gremita aula nobile del Palazzo Camerale. Il Cencio 2016 è stato realizzato dalla bravissima artista collinare Simona Sestili. Ogni anno il drappo viene dedicato a un anniversario, una personalità o un evento che hanno caratterizzato la storia del paese collinare. Il tema su cui gli artisti si sono misurati quest’anno è stato “1466/2016- 550° anniversario del’ ingresso della casata dei Medici nell’impresa dell’allume”. A vincere la sfida per rendere onore alla grande famiglia fiorentina, che ebbe il merito di allargare a tutta la cristianità i commerci dell’allume papale, è stata l’artista Simona Sestili, già autrice dei Cenci del 2010, 2011, 2014 e del drappo straordinario per i festeggiamenti del 50° Palio. Il cartiglio del contratto di appalto domina il centro della scena portando lo stemma dei Medici: le cinque palle rosse e la blu gigliata in alto, in campo oro. Lo sfondo azzurro su cui veglia la Madonna delle Grazie, confonde il cielo e il mare, su cui naviga una di quelle poderose navi mercantili con le quali, dal porto di Civitavecchia, il prezioso minerale avrebbe raggiunto ogni porto d’Europa. L’allume è rappresentato nel tipico carro con cui, a traino di asini e muli, il carico delle cave raggiungeva la città portuale. Sbandieratori e rappresentnati dei cortei storici di ogni Contrada si sono incontrati in piazza e insieme sono saliti nell’aula nobile e qui il sindaco Augusto Battilocchio, la presidente della Pro Loco Tiziana Franceschini, l’assessore Serena Rosati, la delegata alla Cultura Stefania Cammilletti e il direttore del museo Contardi insieme alla pittrice Sestili hanno presentato ai cittadini il Cencio 2016. Durante la presentazione è stato reso omaggio a colui che ha creato il Palio, ossia lo storico Riccardo Rinaldi. Al termine della presentazione in corteo il Cencio è stato portato in chiesa e qui verrà ospitato nella chiesa parrocchiale fino al giorno della competizione, ossia domenica 21 agosto, quando le Contrade si sfideranno per ottenere l’ambito premio e diventare i campioni della piazza indiscussi… almeno fino al prossimo anno. (Rom. Mos.)

ULTIME NEWS