Pubblicato il

Cerveteri. Zito: "Gas, saranno ridotti i costi di allaccio"

Cerveteri. Zito: "Gas, saranno ridotti i costi di allaccio"

Si è tenuto l’incontro tra l’amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco e dal consigliere Bibbolino, e i rappresentanti della società Italgas, che sta provvedendo alla metanizzazione di Valcanneto. Zito: "Approfitto dell’occasione per dichiarare che mi attiverò per la costituzione di un comitato per il SI  al referendum costituzionale"

di TONI MORETTI

CERVETERI – Si sono spente le luci della Sagra dell’Uva, evento di punta dell’estate caerite, conclusosi brillantemente nonostante le polemiche che l’hanno accompagnato poiché in concomitanza coi giorni immediatamente successivi al tremendo terremoto che ha devastato il centro Italia. In un paese che torna alla normalità torna anche all’opera la macchina amministrativa, mai fermata in verità, visti gli appuntamenti importanti in corso d’opera. Infatti, approfittando del periodo estivo e della presenza dei proprietari delle seconde case nelle frazioni marine di Cerenova e di Campo di Mare e del tempo concesso dalla sospensiva disposta dal Consiglio di Stato sul pronunciamento del Tar che ha annullato la gara per l’affidamento della raccolta dei rifiuti, si è dato il via alla distribuzione dei kit per la raccolta differenziata, partita a gran velocità, oltre quattromila moduli distribuiti in pochissimi giorni e poi sospesa per esaurimento delle scorte. Ripartirà appena giunti gli approvvigionamenti. L’amministrazione, anzi, il Sindaco in persona, si è prestato a fare l’anello di congiunzione tra ACEAato2, gestore delle reti idriche e i cittadini, prevalentemente delle frazioni marine che quest’anno hanno avuto disagi frequenti viste che le tubature in seguito ad un aumento del flusso per sopperire alla siccità, denunciando la loro vetustà, hanno cominciato a scoppiare a macchia di leopardo. È stato intanto trovato l’accordo tra le mamme e l’istituzione ricomponendo modalità, nuove norme comportamentali e tariffe più accettabili per la mensa scolastica che ha ridefinito, anche con la collaborazione dell’azienda appaltatrice nuovi standard per una maggiore qualità del servizio. Giuseppe Zito, vicesindaco con fama di gran lavoratore, riconosciutagli anche da qualche oppositore, è ritornato all’opera dopo qualche giorno appena di riposo più che di vacanza e subito, il 28 partecipa col consigliere comunale Bibbolino, ad un tavolo con Italgas per chiedere l’abbattimento dei costi di allaccio del gas per la popolazione di Valcanneto che è pronta per la metanizzazione. Il progetto prevede l’estensione della rete del gasdotto di ben 13 chilometri ma disagi e ritardi si sono avuti in corso d’opera per un disguido che l’Italgas ha avuto con un suo fornitore per una errato posizionamento di tre chilometri di condotte che hanno dovuto essere sostituite. L’Italgas  si è già presa l’onere di riasfaltare in toto tutte le strade interessate, ora si chiede un ridimensionamento del costo di allaccio fissato attualmente in 675 euro. 
Zito come è stata presa questa ulteriore richiesta dalla società?
«La richiesta è stata accolta con favore e attenzione. E’ chiaro che l’azienda è condizionata dalla quantità e dalla velocità con cui le richieste di allaccio vanno fatte. per cui chiederei ai cittadini che di fronte al bisogno del servizio non temporeggino nelle richieste perché sono sicuro che questo elemento inciderà notevolmente sull’abbattimento del costo».
E di quanto potrebbe incidere secondo lei il risparmio?
«Non si è parlato di cifre ma soltanto della disponibilità dell’azienda ad operare in tal senso. Penso però che nelle migliori condizioni si potrebbe arrivare ad un abbattimento del costo intorno al cinquanta per cento. La metà della richiesta attuale».
Zito, tornando alla politica, sono note le sue simpatie per il Partito Democratico anche se la situazione del circolo locale appare ancora confusa. Ma a breve ci sarà un appuntamento importante per quel partito, il referendum sulla riforma costituzionale. Lei come si orienterà?
«Io credo che sarebbe impossibile per me, per la mia cultura, associare il mio voto a quello di Salvini per il no. Per tanto, condividendo tra l’altro la maggior parte della riforma, mi attiverò, già dai prossimi giorni a costituire un comitato per sostenere il SI».

ULTIME NEWS