Pubblicato il

Santa Marinella, Galletti: «No al gioco politico delle tre carte»

I giovani di ‘‘Noi cielo azzurro’’ commentano il rimpasto di giunta

I giovani di ‘‘Noi cielo azzurro’’ commentano il rimpasto di giunta

S. MARINELLA – A circa un mese dal rimpasto di giunta, che di fatto ha creato una mini scossa tellurica all’interno della maggioranza, il movimento giovanile Noi Cielo Azzurro dà il suo giudizio sull’operazione politica. «Dopo le dimissioni da parte di alcuni delegati e le esternazioni del consigliere Passerini – dicono dal movimento – che avevano messo in risalto l’inefficienza di una giunta debole, con relativa conseguenza che lui non avrebbe più partecipato alle riunioni di maggioranza, qualora il sindaco Bacheca non avesse azzerato le cariche assessorili e consiliari, abbiamo rilevato che la verifica di maggioranza ha avuto luogo due giorni dopo il comunicato che lo stesso Passerini aveva inviato alle varie testate giornalistiche. Sembra quindi che Passerini, componente del movimento Fratelli d’Italia, abbia permesso questo cambiamento e, con il suo ultimatum, abbia quasi virtualmente impaurito il Sindaco, che in fretta e furia, mettendosi sull’attenti, ha invertito la rotta dando il benservito al vicesindaco Pisacane, sostituito dall’attuale assessore ai Lavori pubblici Bronzolino e ridistribuendo le deleghe con una nuova entrata in giunta da parte di Conteddu, che era stato inserito nella lista del Pdl e giunto secondo dei non eletti, e non come lui afferma in una lista civica». «Inoltre, – dicono Galletti & Co- a questa tornata di ridistribuzione delle deleghe, troviamo in elenco anche il consigliere Fratturato, appartenente al gruppo misto e da sempre politicamente vicino al Sindaco Bacheca. A questo punto, visto che il consigliere Passerini è stato fautore di questo terremoto politico, chiediamo a lui stesso se è soddisfatto di queste nuove nomine e deleghe e, unitamente a lui, estendiamo anche la domanda agli altri consiglieri e assessori di maggioranza, perchè la risposta dell’ex vicesindaco Pisacane sembra essere esattamente l’opposto alla tanto decantata condivisione in maggioranza annunciata dal capogruppo Maggi e dal sindaco Bacheca. In attesa di ricevere risposte da parte di Passerini e company, in merito a questo vincente rimpasto, noi diciamo apertamente: non condividiamo questo gioco politico delle tre carte, che ancora una volta affossa la città rendendola ormai ai minimi termini nei settori cultura sport turismo e decoro urbano». «L’unica soluzione – concludono i giovani – sarebbe quella di giungere al più presto ad un commissariamento, fiduciosi che almeno alcune situazioni di carattere tecnico possano riprendere sotto la giusta guida di un vero super partes e la città possa almeno iniziare ad uscire da questo stallo». (Gi.Ba.)

ULTIME NEWS