Pubblicato il

Civitavecchia, Civiservice e Tvn: rispondono i sindacati

Civitavecchia, Civiservice e Tvn: rispondono i sindacati

La vicenda del lavoratore che rischia di rimanere a casa fa discutere. Filcams, Fisascat e Uiltucs: «Gli appalti non possono continuare ad essere appesantiti»  

CIVITAVECCHIA – Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil intervengono sulla questione sollevata dall’azienda Civiservice che denunciava il blocco all’interno del cantiere della centrale di Tvn di un lavoratore.

«Sappiamo bene come sindacati – dichiarano Marco Feuli, Filcams, Silvano Corda, Fisascat, e Stefano Rosignoli, Uiltucs – quanto sia importante il lavoro e proprio per questo non vorremmo che un appalto, che ad oggi non riesce ancora a garantire  a tutti uno stipendio dignitoso, venga ulteriormente aggravato di personale. Poiché – spiegano – delle 14 persone , oggi 13, solo 4 lavorano con orario di 40 ore settimanali. Gli altri – proseguono dai sindacati – sono tutti part time ed in alcuni casi anche con orari di 14 ore a settimana».
Le sigle sindacali sottolineano come il loro ruolo sia quello di guardare entrambi i lati della medaglia: «Ribadiamo – continuano Feuli, Corda e Rosignoli – che ben vengano nuove assunzioni, qualora ve ne siano necessità tangibili, ma prioritariamente si dovrebbe utilizzare l monte ore previsto al fine di garantire almeno una dignità economica ai presenti. Ciò – concludono i sindacati – a nostro avviso significa creare stabilità lavorativa».

ULTIME NEWS