Pubblicato il

Civitavecchia, la Asl chiede nuove deroghe alla Regione

Civitavecchia, la Asl chiede nuove deroghe alla Regione

Prosegue la polemica a distanza tra M5S e Pd, con quest'ultimo che difende il lavoro svolto in questi anni dalla dirigenza aziendale

CIVITAVECCHIA – La Asl Rm4 ha chiesto alla Regione Lazio, con procedura d’urgenza, la possibilità di concedere delle deroghe per avvisi di assunzione a tempo determinato. Lo hanno annunciato il direttore generale Giuseppe Quintavalle ed il direttore sanitario Lauro Sciannamea, nel corso di una trasmissione su MecenateTv. «Nonostante la Pisana, qualche tempo fa, ci abbia concesso 17 deroghe per aumentare il personale – hanno spiegato – non abbiamo portato a casa molto. Questo perché, purtroppo, l’attrazione e l’attrattività di Roma sono diverse da quelle delle Asl di provincia. I medici non vengono qui a tempo determinato, e per gli indeterminati preferiscono rimanere a Roma».

Per le assunzioni si  vanno prima a scorrere le graduatorie, poi si verifica la presenza o meno di contratti a termine ed infine i procede con gli avvisi. E proprio sugli avvisi punti la Asl, a tempo determinato e prima del piano assunzionale «per dare la possibilità a giovani medici di darci una mano – hanno aggiunto – e a noi di accelerare per pronto soccorso, medicina, ortopedia e chirurgia, per quelle assunzioni che servono per arrivare poi al famoso fabbisogno previsto». 

Nel frattempo prosegue la polemica a distanza tra M5S e Pd, con quest’ultimo che replica ai grillini, soffermandosi su Medicina, sulla sinergia tra dirigenza, Regione e Fondazione Ca.Ri.Civi, sull’adeguatezza dei locali di diabetologia.

“Per quanto riguarda la medaglietta che il M5S vorrebbe appuntarsi sul vanitoso petto – hanno spiegato dal partito – è bene precisare che attualmente l’ospedale è sede distaccata del San Filippo per la gestione del sangue nell’ambito di un sistema a rete come stabilito dalla vigente normativa e non certo per merito di un impalpabile Cozzolino. Ciò è stato reso possibile perché durante la gestione dell’attuale Direttore Generale sono stati messi a norma i locali, messa in rete la struttura e formato il personale grazie anche all’impegno dei dirigenti medici preposti. Non potendo negare l’evidenza i grillini sono costretti ad ammettere che i nuovi Poliambulatori sono “comodi per l’utenza”, ma nell’infantile tentativo di sminuire questa realtà tirano in ballo l’attività libero-professionale intramoenia per la quale non ci risulta che non possano essere utilizzati in tempi programmati”. 

Anche per quanto riguarda la Risonanza Magnetica, “siamo lieti di constatare che questo fondamentale strumento diagnostico – hanno aggiunto dal Pd – sia stato reso disponibile per i cittadini di Civitavecchia e del territorio. Anche i più sprovveduti dovrebbero sapere che la curva di apprendimento di ogni nuova metodica ha un tempo ed un costo. La convenzione stipulata dalla Direzione generale della Asl con l’ospedale universitario Sant’Andrea permetterà ai radiologi dell’ospedale San Paolo, la cui professionalità è nota, di acquisire nei tempi dovuti la necessaria competenza per essere autonomi nella esecuzione di Rmn. L’osservazione breve intensiva è una promessa che presto si realizzerà e siamo certi che il personale sarà calibrato sui carichi di lavoro come previsto dalla normativa. I nostri grillini di corta memoria dimenticano che il Piano triennale delle Assunzioni è stato redatto con il contributo di tutti responsabili delle unità operative insieme alla Direzione aziendale e questo non è certo un segreto. Dimenticano anche che – hanno concluso – nella unità operativa di Nefrologia- Emodialisi sono stati già fatti lavori di adeguamento della parte elettrica della Nefrologia e che a giorni inizieranno i lavori per la sezione di Emodialisi come sa bene chi ci lavora”. 

ULTIME NEWS