Pubblicato il

Cerveteri avrà un nuovo asilo nido

Cerveteri avrà un nuovo asilo nido

La struttura entrerà in funzione a settembre 2017 e accoglierà 30 bambini. Il costo del manufatto sarà a carico della Regione Lazio, il comune provvederà alle opere di urbanizzazione e agli arredi scolastici

di TONI MORETTI

CERVETERI – Ad onor di memoria si ricorda che uno dei primi problemi  sollevati dalla popolazione appena insediata la giunta Brazzini, quindi parecchi anni or sono, fu l’esigenza di realizzare a Cerveteri un asilo nido, visto l’incremento demografico che si registrava e la carenza di strutture capaci di provvedere alla custodia di bimbi molto piccoli figli di madri lavoratrici. Gran movimento, proclami, dichiarazioni con soluzioni che tendevano quasi tutti verso le proposte dei soliti costruttori che proponevano strutture da edificare che il comune avrebbe poi dovuto comprare magari accedendo a mutui. Ma i soldi non c’erano e non se ne fece nulla. Il problema rimase attuale con l’amministrazione Ciogli, che si potrebbe definire l’amministrazione del vorrei ma non posso all’interno della quale alcuni “cerchi magici”  un termine molto attuale, passarono il loro tempo a tentare di inanellare, operazioni contrattate, sempre di edilizia naturalmente, che naufragarono in autentici disastri, alcuni con code penali non ancora risolte. Ma c’era anche un giovane assessore alla scuola, che si dava tanto da fare, fuori dai “cerchi” che trasformava l’edilizia e la proposta culturale, che scavando trovò nel 2009 una possibilità in un bando della Regione Lazio, e non perse l’occasione e vi si buttò a capofitto Quell’assessore era l’attuale vice sindaco Giuseppe Zito che ieri annuncia: «Cerveteri avrà l’asilo nido. La struttura sorgerà in via Salvatore Ferretti, nei pressi di  via Madonna dei Canneti e sarà realizzata grazie ad un finanziamento della Regione Lazio in funzione di un progetto che ha lanciato, denominato  “Mille asili per il Lazio”,  finalizzato al potenziamento delle strutture dedicate alla prima infanzia nel territorio regionale, in grado di garantire elevati livelli di attenzione al bambino nei primi anni di vita, fondamentali per la crescita armoniosa dell’individuo». Zito spiega   che:  «Cerveteri ha concorso ad un bando pubblico di appalto integrato complesso per la realizzazione di cinque asili nido prefabbricati e si è aggiudicata l’opera con i comuni di Guidonia Montecelio, Sacrofano, Borgorose e Formia». E specifica: «La costruzione in bioedilizia, prevede un prefabbricato in legno a bassissimo impatto ambientale con una elevata velocità di posa tanto da permettere che sia realizzato in tempo per avviare il nuovo servizio educativo a Settembre del 2017.  La costruzione è antisismica e conforme al D.M. 14/01/2008». E precisa il vicesindaco: «L’intervento costruttivo sarà diretto dalla Regione Lazio,(Direzione regionale politiche sociali), che già nel 2009 aveva avviato questo progetto che prevedeva la realizzazione “chiavi in mano” di cinque edifici prefabbricati in legno da adibire ad asili nido con capienza di 30 posti bimbo, ma tra amministrazioni regionali che si sono succedute, ricorsi al bando effettuati tra l’altro dalla stessa Regione Lazio e varie vicissitudini, i tempi si sono allungati di molto rispetto alle previsioni iniziali».  Continua Zito «Stavolta però è tutto pronto, e a fine settembre ci sarà una conferenza di servizi in Regione alla quale parteciperanno tutti i soggetti coinvolti nella fase autorizzativa. Circa i costi quello del manufatto sarà a totale carico della Regione, al Comune, invece, andranno gli oneri per i lavori di urbanizzazione dell’area e per gli arredi scolastici necessari». Zito con molta soddisfazione conclude dicendo che: «L’asilo nido pubblico è un’opera che la Città aspettava da anni e permetterà alle mamme che lavorano un alleggerimento anche economico del problema della custodia in ambiente qualificato di figli in tenerissima età».

ULTIME NEWS