Pubblicato il

Scuola, inizio d'anno tra le polemiche

Scuola, inizio d'anno tra le polemiche

L’associazione Crescere Insieme: "Anno nuovo, problemi vecchi". L’opposizione: "Lamentele da Palidoro ad Aranova, fino a Parco Leonardo". E a Passoscuro i genitori scelgono di non mandare in classe i propri bambini

FIUMICINO – «A Passoscuro un’intera scuola elementare ha deciso per protesta di disertare il primo giorno di scuola per far emergere i problemi di sicurezza del plesso scolastico che da ormai tre anni non viene manutenuto.
A Palidoro una classe è costretta a fare lezione nella sala mensa, perché gli interventi previsti sulla nuova aula sono in ritardo e risulta tuttora fuori norma. A Parco Leonardo le lezioni si fanno con le finestre chiuse perché i lavori di sfalcio dell’erba sono stati autorizzati solo stamattina. Idem a Passoscuro e Palidoro, dove alle dieci gli operai della ditta incaricata erano ancora al lavoro. E figuriamoci cosa accadrà quando apriranno le scuole di Fiumicino e Isola Sacra». Lo dichiarano i consiglieri comunali Mauro Gonnelli, Federica Poggio e William De Vecchis. Che proseguono: «Siamo di fronte all’ennesima dimostrazione dell’incapacità amministrativa di un centrosinistra che continua a parlare a casaccio di leggi (vedi quella utilizzata dall’assessore Caroccia per giustificare la mancata manutenzione della scuola di Passoscuro) che nulla centrano con i loro fallimenti. Un’amministrazione capace solo a millantare lavori e inaugurare opere mai realizzate. Auditorium, scuole, centri fitness, sottopassi, città dello sport, assunzioni, posti di lavoro, diminuzione delle tasse, miglioramento dei servizi. Ma dove sono finite tutte queste promesse?».
«Se fosse uno spettacolo teatrale oggi questa amministrazione sarebbe da premio Oscar. Peccato che il loro mestiere sia un altro: mandare avanti una città. E a guardare i risultati (decoro pubblico, scuole, opere pubbliche, tasse e servizi) il risultato è tutt’altro che incoraggiante» – concludono i Consiglieri.
A puntare il dito sull’inizio dell’anno scolatico anche Roberto Severini, presidente dell’associazione Crescere Insieme: «Ad Aranova anno nuovo, problemi vecchi. Purtroppo anche quest’anno dobbiamo segnalare le stesse preoccupazioni di sempre. Gli studenti della scuola media di via Galtelli sono stati accolti da una serie di prostitute che da sempre utilizzano l’area adiacente l’istituto per adescare i propri clienti. Da sempre chiediamo l’installazione di telecamere per scoraggiare ‘l’attività’. Mancano le tende e con questo caldo le aule diventano un ‘forno’ senza alcuna possibilità di aprire le finestre e cambiare aria». «Lavori di manutenzione non pervenuti anche alla elementare di Aranova, in via Michele Rosi. Gli interventi di sfalcio non sono stati realizzati, quindi erba alta e pozzetti di scolo non puliti con il rischio che al primo acquazzone il giardino diventi un pantano. Mancano i parcheggi. L’area attuale è assolutamente insufficiente. Non servono vigili a fare multe ma la buona volontà di realizzare un parcheggio. una volta per tutte. Anche qui servono tende. Le classi esposte al sole sono off limits».

ULTIME NEWS