Pubblicato il

Civitavecchia, Helyos-Unilabor: i sindacati invitano il Comune a saldare le fatture

Civitavecchia, Helyos-Unilabor: i sindacati invitano il Comune a saldare le fatture

Protesta davanti al teatro comunale Traiano per l'ennesimo ritardo nel pagamento degli stipendi dei lavoratori. Cozzolino si dice amareggiato, punta il dito sull'azienda e assicura: "Firmati mandati di pagamento per 230mila euro"

CIVITAVECCHIA – “In questa situazione ci troviamo di fronte a due soggetti inadempienti. Il primo è l’azienda che non paga ed il secondo è il Comune che non rispetta il capitolato non pagando le fatture”.

È la dichiarazione di Marco Feuli, Filcams Cgil, all’indomani delle proteste messe in atto di fronte al teatro comunale Traiano dei lavoratori Helyos (Unilabor), per contestare l’ennesimo ritardo nei pagamenti degli stipendi. “Abbiamo – ha proseguito Feuli – chiesto all’azienda di pagare gli stipendi ed al Comune di pagare le fatture”.

Sarebbero oltre 420mila euro, a detta dei sindacati, i crediti vantati dall’azienda nei confronti del Comune. “Questi crediti, insieme ai 358mila euro vantanti dall’azienda nei confronti del tribunale di Civitavecchia per lo stesso servizio – dichiaravano nei giorni scorsi – ammontano a circa 790mila euro”. 

Feuli spiega: “Abbiamo richiesto un incontro con l’amministrazione ma nessuno ci ha risposto”.  

D’accordo anche Fabio Paesani, dell’Ugl: “Il Comune non paga più le fatture all’Unilabor da maggio. Siamo a dieci giorni di ritardo sugli stipendi, questa cosa deve finire. Metteremo in atto azioni sindacali. La Giunta adempia ai suoi doveri”.

Intanto il sindaco Antonio Cozzolino si dice amareggiato e dichiara: “Proprio oggi il dirigente ai servizi finanziari ha firmato mandati di pagamento alla Helyos per un totale di 230mila euro. Esorto i lavoratori a dirigere la loro protesta verso il datore di lavoro e le sue condotte deprecabili: avranno – conclude – sempre la mia solidarietà e il mio appoggio”.

ULTIME NEWS