Pubblicato il

Sul sito del Comune nella pagina ''Cerveteri chiama a raccolta'' informazioni e moduli per le richieste

CERVETERI – Domenica pomeriggio, il centro polivalente di via Luni a Cerenova era pieno di gente. Si è tenuto il primo incontro pubblico indetto dall’amministrazione per spiegare ai cittadini il funzionamento del nuovo servizio di raccolta differenziata porta a porta e del sistema del compostaggio domestico.  Utilissimo risulta essere il sito del comune nella pagina “Cerveteri chiama a raccolta” dove per altro, oltre a seguire gli aggiornamenti del percorso, si possono scaricare anche i moduli che saranno necessari per le varie richieste. Come si vede, questa della realizzazione nel tempo stabilito di i arrivare alla copertura totale della raccolta differenziata, si raffigura come una marcia forzata, tanti sono, nonostante una discreta pianificazione, gli imprevisti e gli ostacoli che si sono avuti e nell’informazione e nella distribuzione dei materiali necessari. Ma quello che sembra sia passato ormai definitivamente e accettato dai più,  è il messaggio che il traguardo della raccolta differenziata non è raggiungibile se a muoversi sarà solo l’amministrazione e l’azienda che la cura. Ci vuole la volontà, l’entusiasmo ed un po’ di sacrificio di tutti, perché non è difficile ma abbastanza complessa, una complessità che potrebbe far gridare alla resa quando prevale il pensiero e la comodità di una vecchia  abitudine, consolidata e calcificata negli anfratti della mente. Deve prevalere il sacrificio che coroni la volontà di vedere il posto dove viviamo più pulito. Sentirsi parte di una comunità apprezzata per come tenta di rimediare ai disastri procurati all’ambiente, anche se non per colpa loro, ma pensare che se qualcuno lo ha fatto, è colpa di tutti. Perché non abbiamo reagito contro gli speculatori, perché ci siamo chiusi dentro casa non preoccupandoci di ciò che accadeva fuori offuscati dall’assurda cultura che ciò che non è nostro, si può rompere, sciupare, maltrattare, al limite ignorane la sorte, senza la consapevolezza  che ciò che non è nostro nel termine prosaico del termine è anche nostro di riflesso in quello che è il significato globale e ci interessa perché ci colpisce in forma indiretta.

ULTIME NEWS