Pubblicato il

"Uniti per Amatrice": nuova riunione del tavolo tecnico

"Uniti per Amatrice": nuova riunione del tavolo tecnico

CIVITAVECCHIA – Dopo aver incontrato, la scorsa settimana, il sindaco di Amatrice Sergio Pierozzi, l’avvocato Vincenzo Cacciaglia della Fondazione Cassa di Risparmio di Civitavecchia ha riunito nuovamente, nella mattinata di oggi, il tavolo tecnico, in formazione ridotta rispetto al primo incontro, per cercare così di gettare basi solide per aiuti concreti e mirati. Perché questo è l’obiettivo del tavolo: garantire risposte tarate sulle esigenze reali dei territori colpiti dal terremoto ed intervenire in modo efficiente e in tempi celeri. 

Il fondo unico comprensoriale –  chiunque può versare il proprio contributo all’iban IT79 B010 0539 0400 0000 0001 849 ‘‘Uniti per Amatrice” – sarà la base da cui partire. Anche se, la nota stonata, è stata la lettera con la quale il comune di Civitavecchia ha spiegato che i 30mila euro raccolti con ‘‘Artisti per Amatrice’’ non andranno nel fondo. A quanto pare infatti gli organizzatori avevano preso accordi precedenti con la Croce Rossa Italiana, e quindi partiranno per le zone terremotate seguendo una strada diversa da quella del fondo comune del territorio. Una decisione che non scoraggia comunque i membri del tavolo tecnico.

«Andremo avanti e ci siamo dati appuntamento per il 5 ottobre prossimo – ha spiegato l’avvocato Cacciaglia – ogni rappresentante porterà all’attenzione del tavolo dei progetti per avviare le raccolte fondi ognuno nei propri comuni e con le proprie associazioni, convogliando tutte le iniziative a sostegno del fondo creato ad hoc. Una volta a disposizone la somma, in base a come ci siamo accordati con il sindaco di Amatrice, procederemo a mettere in campo gli interventi in base a quelle che saranno le esigenze che ci verranno evidenziate. Per quanto ci riguarda, ad esempio, stiamo pensando di chiedere un contributo per le manifestazioni natalizie che solitamente sono gratuite per i cittadini: un modo per raccogliere fondi da poter poi utilizzare per le popolazioni che stanno fronteggiando l’emergenza».

Intanto ieri sera il cocktail di solidarietà organizzato dalla Asl Rm4 alle Terme di Stigliano proprio con questo intento ha riscosso una grande partecipazione. Soddisfatto il direttore generale Giuseppe Quintavalle che ha ricordato come l’azienda sia in prima linea, anche con la donazione in termini economici di ore di lavoro da parte di  medici e dipendenti.   

ULTIME NEWS