Pubblicato il

Trevignano, ascia di guerra sul piano del parco

TREVIGNANO ROMANO – Sul Piano del Parco di Bracciano-Martignano pubblicata ieri a 17 anni dalla legge istitutiva, l’amministrazione comunale di Trevignano mette in campo l’ascia di guerra. A pubblicazione non ancora avvenuta la giunta della sindaca Macciucchi ha infatti istituto una vera e propria commissione. E già si annunciano polemiche. La giunta schiera un gran numero di geometri, architetti e cittadini contro il provvedimento Scrive nero su bianco che “ad avviso della giunta le disposizioni contenute nella proposta di piano non sempre corrispondono esattamente ai principi e ai contenuti che legge prevede per la realizzazione del piano” e “che, a seguito di apposita analisi, si è potuto constatare che nel progetto adottato non sono state recepite le indicazioni che l’amministrazione comunale a suo tempo fornì in sede di redazione”. Come a dire “questo Piano s’ha da rifare”. 
Si annunciano così una valanga di osservazioni, almeno a giudicare dal numero dei componenti chiamati a far parte della commissione che dovrà relazionare entro il 25 ottobre sulle osservazioni che verranno fatte proprie dalla giunta. A coordinare la commissione Piero Catena nella sua qualità di ex presidente del Parco di Bracciano-Martignano e ex assessore all’Urbanistica di Trevignano. 
Intanto alla sede del Parco in via Saffi a Bracciano è possibile prendere appuntamento per visionare gli elaborati. A far data dal 22 settembre 2016 decorrono i tempi per la presentazione delle osservazioni al Piano del Parco per un periodo di 40 giorni secondo quanto disciplinato dall’art. 26 comma 4 della L.R. 29/1997 e successive modificazioni ed i tempi per la presentazione delle osservazioni al Rapporto Ambientale e Sintesi non Tecnica del Piano del Parco, per un periodo di 60 giorni (sessanta) ai sensi e per gli effetti dell’art. 10 del D.Lgs n. 152/2006 e successive modificazioni. (G.V.)

ULTIME NEWS