Pubblicato il

Ladispoli, anche FdI appoggia Grando

LADISPOLI – Nasce una nuova alleanza politica a Ladispoli. Dopo Noi con Salvini, anche Fratelli d’Italia ha deciso di sostenere l’associazione Cuori Ladispolani e la candidatura a sindaco di Alessandro Grando.
Francesco Prato, portavoce di Fratelli d’Italia a Ladispoli, spiega:»“Bisogna dare una scossa al panorama politico ladispolano. Abbiamo deciso di sostenere una persona giovane, da sempre attento alle questioni che riguardano il sociale, con una importante esperienza all’interno del Consiglio comunale. Per questo sposiamo in pieno la candidatura di Alessandro Grando – sottolinea Prato -, vogliamo continuare a crescere insieme sul territorio e dare finalmente una discontinuità a questa classe politica ladispolana. Vogliamo che emergano idee nuove e siamo convinti che con Cuori Ladispolani potremo fare un ottimo lavoro in questo senso».
Alessandro Grando, consigliere comunale e candidato sindaco di Cuori Ladispolani, è entusiasta di questa collaborazione con Fratelli d’Italia, «un partito che rispecchia i valori della destra sociale, nei quali ho sempre creduto fin da ragazzo”, ci tiene a dire. “Ho molta stima per Francesco – aggiunge il candidato sindaco -, una persona che si è sempre spesa molto nel sociale, che crede nella politica vera, sana, pulita. Cuori Ladispolani – conclude Grando – lavorerà insieme a lui e a tutta la famiglia di Fratelli d’Italia per portare avanti battaglie comuni a favore della città, di tutti i cittadini. E per vincere insieme le sfide che verranno».
Si va a delineare quindi un nuovo schieramento in vista delle elezioni amministrative 2017.
Tema, questo sul quale si è espresso anche il comitato per la legalità.
«A destra con l’adesione dei Fratelli d’Italia che si aggiunge a “Noi con Salvini” a sostegno del candidato Alessandro Grando – dice il comitato per la legalità –  si delinea sempre di più una coalizione fortemente caratterizzata da una fisonomia tutta di “destra”, ne avevamo sentore! Un Pd che ufficialmente non ha un candidato, che dimostra di preferire ancora una volta gli accordi sotterranei, c’è da pensare comunque che prima o poi un candidato venga fuori. A sinistra il M5S ha scelto il candidato, Antonio Pizzuti, attraverso il “Meetup” locale, una cinquantina di iscritti».
«A questo punto – interroga il comitato per la legalità –  ci chiediamo, un elettore, in un contesto come quello che si profila (nulla di diverso dal 2012), se volesse scegliere altro a chi dovrebbe affidare la propria fiducia? 
E’ proprio in questo contesto che meglio si profila e si rafforza, sempre di più, il ruolo del Progetto Legalità – Ladispoli città, che si colloca equidistante sia dagli estremismi di sinistra (M5S, Pd), sia da quelli della destra dei “Cuori Ladispolani”, perché proseguiremo nella convinzione che i cittadini di buon senso sentano il bisogno di essere rappresentati nelle istanze di “trasparenza” e di “buona amministrazione” con un profilo civico, liberi dai simboli, che non si ferma difronte al tribunizio delle appartenenze a tutti i costi e a ritrovarsi in un recinto di cui già conosciamo forma e contenuti, ma orientati a proseguire e definire sempre meglio “progetti” per rendere la città più vivibile e vicina ai bisogni dei cittadini».

ULTIME NEWS