Pubblicato il

Monumento di via Mazzini: "fai da te" del comitato 14 Maggio per la pulizia dell'area

Monumento di via Mazzini: "fai da te" del comitato 14 Maggio per la pulizia dell'area

CIVITAVECCHIA – A quattro mesi di distanza dalla commemorazione ufficiale del primo bombardamento anglo-americano su Civitavecchia, il comitato 14 maggio torna a denunciare lo stato di degrado e di abbandono dell’area. 

“In quell’occasione – hanno ricordato – il Sindaco saggiamente ebbe a dire nel suo discorso che: “Senza memoria non c’è futuro. E noi riteniamo sia importante costruire il futuro proprio dalla riappropriazione di questa nostra memoria, dalla sua valorizzazione per renderla patrimonio condiviso dell’intera comunità a partire da coloro che ne rappresentano, appunto il futuro, ovvero i giovani, rendendoli consapevoli della storia dei propri padri e della propria terra”. Apprezziamo le parole – hanno aggiunto – ma ci aspettiamo tutt’ora, che a queste seguissero anche i fatti. Infatti, il Monumento che ricorda le vittime della più grande tragedia riversatasi mai su Civitavecchia continua a cadere periodicamente nel degrado, causa l’incuria e l’indifferenza verso la memoria della città – le parole stanno a zero, i fatti parlano – e verso il legame con le passate generazioni, di cui lo stato pietoso in cui giace l’area ne è solo la parte più superficiale”.

Proprio per questo motivo ieri mattina il Comitato 14 Maggio ha lavorato per ripristinare il decoro presso il Monumento alle Vittime dei Bombardamenti.  In particolare, i volontari hanno strappato le erbacce e le piante secche, hanno piantato dei nuovi fiori, hanno spazzato il viale e, infine, hanno cancellato gli  scarabocchi che da anni imbrattavano la lastra di marmo.

“Comprendendo la significativa mole di lavoro del Comune – hanno sottolineato – riteniamo che inserire una volta per tutte l’area in un meccanismo di pulizia periodica, data anche la sua importanza, non è chiedere l’impossibile. Fino ad allora il Comitato 14 Maggio continuerà a mantenere viva l’attenzione sul Monumento. Il Comitato desidera testimoniare, attraverso le sue attività e la cura del Monumento, l’importanza, sì della memoria, ma non a parole, bensì con i fatti”.

ULTIME NEWS