Pubblicato il

Acqua, Maneschi: ''Un disagio che poteva essere evitato''

Acqua, Maneschi: ''Un disagio che poteva essere evitato''

Il consigliere Marcello Maneschi stigmatizza la questione: «I cittadini meritano più rispetto»

TARQUINIA- «Non si possono lasciare i cittadini ignari di cosa stia succedendo su un servizio così importante come quello idrico».

Il consigliere comunale Marcello Maneschi punta il dito contro l’amministrazione comunale rea di non aver adeguatamente informato la cittadinanza a seguito del passaggio a Talete della gestione della rete idrica. In questi giorni a Tarquinia si era diffusa la notizia che era obbligatorio fornire entro il 30 settembre l’autolettura del contatore alla Talete spa, società che da luglio gestisce il servizio idrico.

“Quanto sta succedendo con il servizio idrico è una cosa vergognosa. Non è possibile non informare i cittadini. – continua Maneschi che lancia un avvertimento ai cittadini – Vedrete poi quando arriverà la bolletta quanto costerà l’acqua e bisognerà pregare che non ci siano problemi al depuratore perché il personale non è più di Tarquinia e deve venire da fuori per intervenire».

Sono giorni infatti che davanti all’ufficio della Talete in via Antica si accalcano diverse persone, soprattutto anziane che vogliono delucidazioni su quanto a breve potrà accadere.

«Una situazione di disagio che poteva essere evitata. – conclude Maneschi- I cittadini meritano più rispetto ed attenzione ma oramai conosciamo fin troppo bene il modus operandi di questa amministrazione e non ci stupiamo più di niente. Per fortuna tra otto mesi i cittadini avranno la possibilità di bocciare senza appello Mazzola e la sua giunta».

Fa. Er.

ULTIME NEWS