Pubblicato il

Cuori ladispolani, iniziano gli incontri con i cittadini

LADISPOLI – Continua la campagna elettorale di Alessandro Grando (Cuori Ladispolani) dopo l’annuncio del sostegno alla sua candidatura da parte del gruppo di Fratelli D’Italia. «Non ci illudiamo – spiega Grando –  che governare Ladispoli sia un compito semplice, per questo vogliamo conoscere nel dettaglio i problemi di ogni singolo quartiere, di ogni categoria produttiva, ma anche lo stato dei servizi offerti dal comune e quelli che dipendono da altri enti, dai trasporti alla sanità, dalla scuola alla sicurezza pubblica. Vogliamo mettere fine ai governi delle emergenze che tanto danno hanno fatto alla Città e che, da sempre, costituiscono le condizioni migliori in cui operano speculatori ed affaristi».
«Se i ladispolani ce lo permetteranno – continua il consigliere di opposizione –  attueremo un modo semplice ed efficace di governare: conoscere approfonditamente i problemi e programmare le azioni per risolverli. A partire da questa settimana inizieremo una serie di incontri attraverso i quali consulteremo le diverse realtà di Ladispoli. In questa prima fase incontreremo i comitati di quartiere per poi proseguire con le associazioni di categoria, quelle del terzo settore e i singoli cittadini con dei presidi nelle diverse zone della città».
«Questi confronti- spiega il consigliere di Cuori Ladispolani – saranno estremamente utili per approfondire con i diretti interessati quali siano le esigenze e le problematiche più sentite nei diversi quartieri.
Queste riunioni ci aiuteranno nella stesura di un programma di governo puntuale, calato sulle reali esigenze dei cittadini e che ci permetterà di intervenire con tempestività attraverso azioni mirate».
«Venerdì alle ore 21:00 – afferma infine Grando –  incontreremo presso la nostra sede il comitato Marina di San Nicola. Gli argomenti da trattare saranno sicuramente molti: il futuro del Consorzio, la questione debiti/crediti con il Comune, la controversia legale che vede il Cda chiedere al Comune circa 8 milioni di euro di risarcimento».

ULTIME NEWS