Pubblicato il

Helyos, la protesta si sposta al Palazzo di Giustizia

Helyos, la protesta si sposta al Palazzo di Giustizia

Ugl conferma: "Stipendi sbloccati già nella mattinata di oggi"

CIVITAVECCHIA – Si è spostata fuori il Palazzo di Giustizia la protesta dei lavoratori Helyos-Unilabor. Dal Traiano al Pincio, fino a Tribunale e Procura per rivendicare il diritto allo stipendio. Niente di più. “La scorsa settimana il Comune ha pagato alcune fatture – ha spiegato Marco Feuli della Filcams Cgil – eppure i lavoratori che si occupano della pulizia del Palazzo di Giustizia non sono stati pagati. Come se esistessero lavoratori di serie A e di serie B all’interno della stessa azienda”.

Il problema sta nel ritardo dei pagamenti da parte della Corte d’Appello. Ma, secondo sindacato e lavoratori, questo non deve giustificare il mancato pagamento dello stipendio solo per alcuni dei 92 lavoratori della società.  

Anche l’Ugl si è interessata del problema. “Preso atto della criticità per i lavoratori distaccati presso il Tribunale di Civitavecchia – ha spiegato il sindacalista Fabio Paesani – a fronte dell’incontro svoltosi con la società Unilabor nei giorni scorsi, dove sono state affrontate e sviscerate tutte le problematiche legate all’appalto, è stato concordato lo sblocco dei pagamenti degli stipendi già a partire dalla mattinata di oggi, 28 settembre. Pertanto ci preme informare tutti i lavoratori nostri iscritti e non che già nella giornata di domani gli stipendi saranno accreditati presso le rispettive banche, fermo restando i tempi tecnici bancari di ciascun istituto”.  

Manuela Busnengo

ULTIME NEWS