Pubblicato il

Civitavecchia. Tentano di cedere droga in carcere: nei guai due donne

Civitavecchia. Tentano di cedere droga in carcere: nei guai due donne

La madre e la compagna di due detenuti hanno cercato di passare lo stupefacente ai loro familiari nel corso dei colloqui. Scattati un arresto ed una denuncia  

CIVITAVECCHIA – Tentano di passare droga in carcere durante i colloqui ma interviene la Polizia penitenziaria. 

Gli agenti, coordinati dalla dottoressa Calenzo, hanno sospeso i colloqui di due detenuti italiani, M.R. e D.S.M., perché la madre di uno e la convivente dell’altro avevano ceduto stupefacenti nel corso del colloquio. 

Pensavano di farla franca ma non avevano fatto i conti con l’attenzione, sempre massima, della Penitenziaria. 

Nel corso dei controlli, infatti, gli agenti hanno constatato che entrambi i detenuti indossavano slip con “doppio fondo”, utilizzato per celare hashish e subutex, pronti per essere portati in cella.

Subito partite le perquisizioni domiciliari, con l’ausilio delle unità cinofile. Nella casa della madre di uno dei detenuti uno dei cani ha rinvenuto altro hashish e un bilancino di precisione. 

La donna è stata subito arrestata ed associata presso la sezione femminile del carcere di borgata Aurelia: dovrà rispondere di spaccio all’interno della struttura penitenziaria, con tutte le aggravanti previste dalla legge, di detenzione di stupefacenti e di materiali di condizionamento.

La convivente del secondo detenuto è stata denunciata in stato di libertà.

La Fns Cisl si è detta molto soddisfatta dell’operazione con il segretario Massimo Costantino che si è complimentato con gli uomini della Penitenziaria.

ULTIME NEWS