Pubblicato il

Quattro artisti espongono al Castello di Santa Severa

SANTA MARINELLA – Prima edizione del programma di residenze organizzato da Coopculture al Castello di Santa Severa. Protagonisti quattro artisti, studenti dell’Accademia di Belle Arti di Roma: Milica Cirovic, Ola Czuba, Meletiou e Sofia Ricciardi sono stati selezionati da Cecilia Casorati per farne parte. L’Accademia di Belle Arti di Roma, già da alcuni anni svolge dei programma di collaborazione e di scambio con Istituzioni, Enti e Fondazioni nazionali ed europee, con lo scopo di ampliare l’offerta culturale e di realizzare un piano di formazione adeguato agli standard internazionali che permetta agli studenti più meritevoli di misurarsi con il mondo dell’arte. In questo programma le residenze rivestono una particolare importanza sia come occasione espositiva, ma soprattutto come esperienza di stimolo e di riflessione sui luoghi e atmosfere diverse e sulla loro relazione con l’opera d’arte. Gli artisti a Santa Severa hanno avuto l’opportunità di confrontarsi con un sito storico, di grande fascino, realizzando dei lavori che creano, una particolare sinergia con ‘‘l’anima del luogo’’. 
Milica Cirovic presenta un video, dal titolo An Act of Un-Seeing, in cui le immagini, quasi astratte, ricreano il percorso fatto dall’artista con una benda sugli occhi, lungo le strade di una città, in compagnia di una voce-guida, che racconta, senza descrivere ciò che sta vedendo. Ola Czuba realizza la performance Waiting for No Battle; una sorta di tableau vivant in cui il corpo femminile diventa il capo di nessuna battaglia. È un’azione pacifica dove l’acciaio dialoga con i tessuti morbidi, nell’attesa beckettiana di un nulla a venire. Meletios Meletiou porta a Santa Severa i suoi Imaginary Friends: piccole sculture fatte di fil di ferro, create per la prima volta nel 2015 durante un workshop per bambini autistici e che da allora viaggiano nel mondo. Sono un «alter ego» da tasca, un portafortuna, una creazione simbolica che proietta le persone in un mondo immaginario. Sofia Ricciardi presenta un’istallazione audio dal titolo Acqua-acqua!, che esplora la dimensione liquida in cui il mar Tirreno e il mare Adriatico si fondono, creando uno scenario sonoro privo di confini e in continuo mutamento. I frammenti audio sono completamente liquefatti e compenetrati nell’incessante respiro del mare. Appuntamento domani dalle 11.30 alle 14 alCastello di Santa Severa.   

ULTIME NEWS