Pubblicato il

''Impianti sportivi, solo fumo negli occhi per le associazioni''

''Impianti sportivi, solo fumo negli occhi per le associazioni''

Il consigliere comunale di minoranza Andrea Bianchi risponde a Bronzolino

di GIAMPIERO BALDI

 

SANTA MARINELLA – Il consigliere comunale di minoranza Andrea Bianchi risponde per le rime all’assessore ai Lavori pubblici Raffaele Bronzolino, che in una nota aveva assicurato alle associazioni sportive che entro due mesi gli impianti cittadini sarebbero stati tutti a norma. Bronzolino, infatti, affermava che per quel che riguarda il campo di calcio sono in atto i lavori di livellamento del terreno di gioco al quale seguirà la semina in erba e che da qualche settimana sono terminati i lavori di ristrutturazione e di messa in sicurezza degli spogliatoi, il rifacimento degli impianti idrici, termici ed elettrici. Sul Palazzetto dello Sport, l’assessore comunicava di aver ricevuto il nulla osta favorevole da parte dei Vigili del fuoco in merito al sistema antincendio e che a breve sarebbero seguiti alcuni interventi di messa in sicurezza. Sulla piscina comunale, Bronzolino, sottolineava di aver ricevuto il parere favorevole del Coni al progetto di riqualificazione e che entro la prossima settimana avrebbe chiesto il finanziamento al credito sportivo per poter concludere l’iter progettuale ed iniziare i lavori. «Tutte chiacchiere per buttare il fumo negli occhi alle associazioni sportive – dice Bianchi – perché le cose sugli impianti stanno diversamente. Sul campo di calcio sanno tutti che per fare il manto erboso ci vorranno minimo quattro mesi, mentre i lavori fatti sugli spogliatoi e sui servizi non renderanno utilizzabile la struttura. Sul Palazzetto dello Sport il Comune ha acquisito il nulla osta provvisorio dai Vigili del fuoco, ma sarà valido solo dopo che provvederanno a fare dei determinati lavori. Se non faranno quegli interventi il palazzetto sarà sempre inagibile. Sulla piscina la cosa sta diventando una barzelletta. Hanno chiuso la struttura perché era priva di alcune prescrizioni importanti previste sul progetto. Inoltre nei mesi scorsi è stata assaltata dai vandali che hanno asportato impianti e quadri elettrici, hanno distrutto i controsoffitti e i servizi igienici. Una piscina costata un milione e 200 mila euro che dovrà essere ristrutturata spendendo un altro milione e 200 mila euro. Un vero scandalo. «Da quando c’è questa ultima amministrazione – continua Bianchi – sono stati distrutti tutti gli impianti sportivi, sono fallite società come quella del basket femminile che da anni erano al top di questo sport, la squadra di calcio è costretta ad emigrare sui campi del comprensorio per fare gli allenamenti, i bambini vanno al Dopolavoro Ferroviario o a San Gordiano per giocare e chi pratica nuoto è costretto ad andare alla piscina di Civitavecchia. Questi stanno uccidendo una città. Eppure in maggioranza ci sono due o tre consiglieri che io stimo e che non riescono a capire che l’attività amministrativa è bloccata. Chiedo al sindaco se, nelle sue linee programmatiche, c’è una cosa che in questi tre anni è stata fatta. Il Bacheca 1 è stato un disastro – conclude il consigliere – ma il Bacheca 2 è stato deleterio».

ULTIME NEWS