Pubblicato il

Talete, frecce contro il Comune di Tarquinia

Talete, frecce contro il Comune di Tarquinia

Cittadini infuriati a causa del caos generatosi in questi giorni. Piovono commenti sulla questione autoletture

TARQUINIA – Frecce all’indirizzo del sindaco Mauro Mazzola, del Comune e della Talete. Il caso dell’autolettura dei contatori dell’acqua a Tarquinia sta generando un vespaio. Tra commenti per le strade e nei bar e quelli sui social. Il grido generale è di dissenso, nel merito e nel metodo. Poca informazione per la gestione di un servizio davvero mal digerita. «Caos. Tanto caos amministrativo, di comunicazione, di tutto», posta Silvano Olmi sul proprio profilo Facebook. «Nella vicenda dell’autolettura del contatore dell’acqua c’è stato nei giorni scorsi un grande caos. Disinformazione, approssimazione, sciatteria? Non lo sappiamo. Certamente, alla fine, a rimetterci saranno i cittadini di Tarquinia, assillati da questa autolettura e l’annuncio di pesanti aumenti in bolletta. Intanto, il passaggio del servizio idrico dal Comune alla Talete ha creato forti malumori, soprattutto tra quei cittadini che hanno chiesto allacci al nuovo gestore. Si sono sentiti chiedere da Talete 650 euro a fronte dei 150 che chiedeva in precedenza il Comune. Caos, malumore, rabbia. È ora di cambiare». «C’è stato un referendum pagato dai cittadini al riguardo, l’acqua non va privatizzata – rimarca qualcuno – Perché siamo arrivati a questo? E se la responsabilità non è vostra come dite, è comunque un sopruso ai danni del cittadino ad opera del partito che voi rappresentate a livello comunale». «La lettura non può essere a discrezione del cittadino – tuonano altri – Se nessuno fa l’autolettura, perché avvisati due giorni prima della scadenza, la Talete avrà circa il 60-70% di bollette con consumo ‘‘presunto’’, ovvero più alto del consumo reale. Tali bollette verranno comunque pagate da cittadini ingenui e timorosi. Come dire ‘tu intanto paga, poi a consuntivo vediamo’, moltiplicatelo per 10mila utenze quanto fa? Meditate gente meditate».

ULTIME NEWS