Pubblicato il

Civitavecchia, Grido d’allarme dell’Ugl per le ausiliarie della Manutencoop

Civitavecchia, Grido d’allarme dell’Ugl per le ausiliarie della Manutencoop

Dopo un incontro con l’azienda i sindacalisti Paesani, Solari e Di Giacomoantonio puntano il dito: “Ci vengono a dire che non possono più garantire il parametro settimanale di diciotto ore. Non escludiamo l’indizione dello stato di agitazione e tutto ciò che ne consegue”.

CIVITAVECCHIA – Grido d’allarme dell’Ugl per le ausiliarie dell’azienda Manutencoop dell’ospedale San Paolo.

Sono il segretario territoriale, Fabio Paesani, e le Rsa Anna Solari e Debora Di Giacomoantonio a comunicare l’andamento dell’incontro con l’azienda: “Scandaloso – dichiarano – ci vengono a dire che non possono più garantire il parametro settimanale di diciotto ore alle ausiliarie, ma non lo garantiscono – sottolineano – neanche al personale a tempo pieno”.

La sigla sindacale è preoccupata ed esasperata dalla situazione e si chiede perché a farne le spese debba essere la categoria più debole, quella del personale part time.

“Premesso che queste lavoratrici part time nei mesi estivi sono state sottoposte a turni massacranti in banca ore – i sindacalisti puntano il dito – questa è la ricompensa. Noi come Ugl siamo veramente stufi di queste prepotenze, che a pagare siano sempre i più deboli: si deve avere un’inversione di rotta una volta per tutte”.

Ma i sindacalisti si preparano a scendere sul sentiero di guerra e proseguono: “Ora ascolteremo tutte le nostre iscritte. Non escludiamo – concludono con durezza – l’indizione dello stato di agitazione e tutto ciò che ne consegue”. 

ULTIME NEWS