Pubblicato il

Forno crematorio, D'Angelo: "Un errore evitare il consiglio"

Forno crematorio, D'Angelo: "Un errore evitare il consiglio"

CIVITAVECCHIA – “Il passaggio con la ditta mi ha rassicurato: per principio non sono mai stato contrario alla realizzazione del forno crematorio, purché vengano rispettate determinate condizioni”. Lo dichiara Andrea D’Angelo, che ha assunto una posizione sulla diatriba relativa alla realizzazione dell’impianto, che si trascina ormai da mesi e che ha portare a una spaccatura nella granitica maggioranza di Antonio Cozzolino. Il sindaco, dal canto suo, non ha mai chiarito la sua posizione politica sul forno crematorio: suggerito dal cerchio magico, Cozzolino continua a nascondersi dietro percorsi che in maniera dubbia definisce obbligatori, ma si rifiuta di dire esattamente quale linea adotterebbe prescindendo dall’iter avviato dalla giunta Tidei, anche in relazione alla posizione del Movimento 5 Stelle nazionale. Grillini alla riscossa, oppositori quando non amministrano e pronti a sposare di tutto e di più ogni volta che conquistano una poltrona, in una maniera da fare invidia ai politici della prima Repubblica.

Oggi tocca al consigliere d’opposizione Andrea D’Angelo dire la sua: “Valutando l’iter – afferma – non trovo irregolarità. Solo la Procura della Repubblica potrebbe fermare la realizzazione del forno crematorio. A mio avviso il sindaco Cozzolino ha commesso un grave errore – dichiara – ovvero quello di non aver portato la discussione sul forno crematorio in consiglio comunale prima dell’approvazione del progetto definitivo”. D’Angelo su un punto è irremovibile: “Sono d’accordo alla realizzazione del forno crematorio – afferma – l’importante è che vengano rispettate le norme di sicurezza, che si pensi alla tutela ambientale e che il bacino di utenza non superi quello territoriale”.

ULTIME NEWS