Pubblicato il

NewCo: fondamentale l'accordo sindacale

NewCo: fondamentale l'accordo sindacale

Domani la riunione tra parti sociali ed amministrazione. L'assessore Savignani: "I nostri obiettivi sono la tutela del posto di lavoro, servizi migliori per i cittadini ed un Comune al riparo da voragini debitorie". 

CIVITAVECCHIA – Un accordo sindacale quanto mai fondamentale quello per il quale l’amministrazione comunale sta lavorando. Perché non ci sarà NewCo senza l’ok delle parti sociali sulla strada che ha deciso di intraprendere il Pincio, pur con mille difficoltà e tanti dubbi.

Perché, come sottolineato dall’assessore alle Partecipate Marco Savignani, “per traghettare nella nuova società tutti i dipendenti è necessario un accordo sindacale che consenta, attraverso strumenti quanto più condivisi – ha ribadito – di poter ridurre il costo del personale senza dover procedere a dichiarare esuberi. Su questi delicati temi si aprirà un confronto con i sindacati per trovare insieme una soluzione che consenta di conseguire il  mantenimento di tutti i posti di lavoro, con il minor sacrificio possibile per i lavoratori. La tutela del posto di lavoro, servizi migliori per i cittadini ed un Comune al riparo da voragini debitorie, sono obiettivi importanti da conseguire nell’interesse di tutti”.

L’assessore ha infatti sottolineato che gli obiettivi di mantenere i servizi nell’ambito pubblico e di salvaguardare i livelli occupazionali “passano necessariamente attraverso un contenimento dei costi del lavoro, sfuggiti al controllo della vecchia politica ed attualmente non sostenibili. Con la nuova società – ha chiarito Savignani – finirà la perenne emergenza delle società in liquidazione. Questo porrà fine alle incertezze anche sul futuro lavorativo dei dipendenti e, cosa impossibile nell’attuale contesto, consentirà di fare investimenti nei servizi che ne miglioreranno la qualità e l’efficienza a beneficio dei cittadini”.

Importante, per Savignani, l’ultima delibera della Corte dei Conti, “con la quale è stata confermata – ha aggiunto – la bontà del percorso intrapreso dall’attuale Amministrazione per risolvere sia le pesanti problematiche di bilancio dell’Ente, sia la  disastrosa situazione debitoria delle società partecipate, ereditate dalle precedenti amministrazioni. Il processo di riorganizzazione e razionalizzazione di tutto il comparto dei servizi pubblici, attraverso l’accorpamento delle attuali quattro società in un unico nuovo soggetto, porterà ad una nuova società di servizi, la Civitavecchia Servizi Pubblici s.r.l., gestita in equilibrio economico, sulla base di un piano industriale che prevede investimenti, riqualificazione professionale e conseguentemente, servizi di miglior qualità per i cittadini. Nell’attuale contesto normativo – ha concluso Savignani – la gestione in equilibrio economico finanziario è un presupposto imprescindibile per mantenere i servizi in ambito pubblico”. 

Domani il primo banco di prova, con la riunione tra amministrazione e sindacati in programma alle 16.  

ULTIME NEWS