Pubblicato il

Un censimento delle colonie feline

Un censimento delle colonie feline

Il Comitato ‘‘Amici dei gatti’’ chiede il riconoscimento di quella alla Perazzeta

SANTA MARINELLA – «Vietato abbandonare i mici». Questo il motto delle tante “gattare” presenti in città, che giornalmente si adoperano per dare alle colonie feline quel minimo di benessere. Negli ultimi tempi infatti si sono moltiplicati i casi di maltrattamento da parte di privati cittadini, che evidentemente non riuscendo a condurre una vita sociale normale, se la prendono con i felini che frequentano le tante colonie presenti sul territorio. Atti di vandalismo sugli animali che rasentano la crudeltà. Per questo, molte delle persone che hanno il compito di dar da mangiare ai gatti in libertà, propongono che venga fatto una sorta di censimento ufficiale delle colonie feline, in modo che anche l’amministrazione comunale possa contribuire a mantenere in modo decoroso il loro habitat naturale. A chiamare in causa il buon senso dei residenti e la loro disponibilità a mettersi al servizio dei piccoli mici, è il comitato cittadino “Gli Amici dei Gatti”, che chiedono che venga normalizzata la colonia felina presente alla discarica comunale della Perazzeta. «Li conoscete i gatti della spazzatura? – si chiedono i promotori del comitato – loro sono lì da sempre. Abitano all’isola ecologica e vivono tra i rifiuti. Dormono, mangiano, si riproducono, ed ogni tanto qualche persona di buon cuore gli porta del cibo. Questi gatti fanno parte della categoria degli “invisibili”, anche se il loro desiderio sarebbe quello che qualcuno andasse li a visitarli ed a prendersi cura di loro. Ma soprattutto che si preoccupasse di sterilizzarli, perché sono stanchi di vedere i loro piccoli morire per mancanza di cibo e per le malattie. Speriamo con tutto il cuore – concludono gli Amici del Gatti – che l’Sos lanciato venga recepito da qualcuno e che la macchina del volontariato, pronta a partire in soccorso dei più deboli, arrivi presto anche da loro». (Gi.Ba. )

ULTIME NEWS