Pubblicato il

Civitavecchia, Casn Lans: richiesta ufficiale per la creazione di un polo museale nel forte Michelangelo

Civitavecchia, Casn Lans: richiesta ufficiale per la creazione di un polo museale nel forte Michelangelo

Lo comunica il comandante Mario Palmieri che spiega: «Questo progetto doterebbe la città di ricostruzioni uniche al mondo»

CIVITAVECCHIA – Consegnata la richiesta ufficiale al Comune per una concessione, di almeno  cinque  anni, del maschio della fortezza Michelangelo, per la creazione di un Polo museale dedicato al mare, al porto ed alla navigazione antica.  

Il soggetto promotore dell’iniziativa è iI Casn Lans, che in molti ricordano per aver esposto parte del suo progetto “Navalia” in città con specifiche mostre. 

«C’è da segnalare – scrive il comandante Mario Palmieri – però, che sia il sindaco, Antonio Cozzolino, che il suo assessore alla cultura,  Vincenzo D’Antò, incredibilmente,  non hanno ancora dato ufficialmente risposta in merito. Al Centro – spiega – sono giunte solo delle voci informali sull’eventuale necessità, per una tale operazione, dell’indizione di un bando di gara. Cercando nuovamente di far riflettere l’amministrazione comunale sottolineiamo che l’esposizione “Navalia” (tra l’altro patrocinata da Comune, Guardia costiera, Autorità portuale ed Università di Roma tre) è stata un gran successo di scuole e pubblico pagante: il che dimostra – prosegue – che la qualità è la migliore capacità promozionale». 

Palmieri ricorda che è stato grazie alle idee del Casn se sono iniziate le prospezioni subacquee presso il molo del Lazzaretto e si dice preoccupato che un bando favorirebbe: «I soliti pescecani della cultura che ben si conoscono per i loro capitali. La realizzazione – evidenzia il comandante – di questo bellissimo progetto, che doterebbe la Città di opere e ricostruzioni uniche al mondo che ne farebbero un polo culturale esclusivo ad alto richiamo sulla scena museale mediterranea e mondiale, avrebbe per il Comune – conclude Palmieri – stesso un costo di 0 euro, con tempi allestitivi e realizzativi che non supererebbero i due mesi».

ULTIME NEWS